Elezioni Giugliano. La candidata sindaco Arianna Organo lancia la raccolta di firme per Potere al Popolo

Arianna Organo, candidata di Potere al Popolo

Né col Pd né con Poziello. Va avanti per la sua strada Arianna Organo, candidata sindaco di Potere al Popolo alle Amministrative di Giugliano del 20 e 21 settembre. Unica donna in campo, Arianna Organo punta sui temi dell’ambiente e del lavoro come punti prioritari del programma. Nei giorni scorsi la candidata sindaco ha fatto sapere di aver ricevuto dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, l’apertura di un procedimento giudiziario nei suoi confronti per diffamazione contro il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

E proprio commentando la notizia dell’indagine sul Covid Center, Organo attacca De Luca e chi lo sostiene: “Veramente pensate che gli stessi che in questi anni hanno promesso e mai mantenuto, hanno offeso le madri di quei nostri figli morti,
hanno deriso i lavoratori, hanno contribuito alla devastazione dei nostri territori e della nostra economia, hanno sperperato soldi pubblici in strutture e impianti che non funzionano… possano cambiare all’improvviso e liberarci dal male? Ma veramente fate?Chiunque sosterrà De Luca e i suoi amici non avrà più diritto di protestare!”, scrive su Fb.

Intanto è partita la raccolta di firme necessaria per poter partecipare alle elezioni.
“Come primo giorno non è andata male, anzi, nonostante tutti i problemi che abbiamo incontrato, soprattutto al comune dove attualmente vi è una carenza di personale che sta causando notevoli disagi anche per le pratiche elementari, ce l’abbiamo fatta ad avere i moduli. Ci saranno altri incontri; GIOVEDÌ 6 Agosto, nella sede USB a via Cumana, 59- dalle ore 18 alle 21 e DOMENICA 9 Agosto, in piazza Matteotti, dalle ore 19 alle 22.
Ci aspettiamo di raggiungere l’obiettivo entro queste date, così da poter concentrarci sul programma e sugli incontri pubblici.
Contiamo sul vostro contributo , a prescindere dalle scelte politiche; concedere la possibilità di partecipare alla nostra organizzazione è un gesto democratico”.