Pericoloso detenuto fa visita ai parenti a Secondigliano, bimbo finge malore e lo fa evadere

Ha dell’assurdo quanto successo al campo rom di Secondigliano, dove un detenuto di etnia rom è evaso durante la visita familiare. A comunicarlo è il segretario generale del sindaco S.PP. Aldo Di Giacomo. Il detenuto era scortato da 7 uomini, 4 del carcere di Frosinone e tre di supporto dal carcere di Secondigliano. A riportare la notizia è Il Mattino (qui l’articolo).

Stando alle prime indiscrezioni, pare che nel campo rom sia stato inscenato un malore da parte di un bambino in modo tale da permettere al detenuto di scappare.