“Avrei dovuto farlo prima” attore di Gomorra fa arrestare il fratello e scrive su Facebook

Per tentare di mettere fine alle angherie che da tempo subivano la cognata e i 3 nipoti, una delle quali ha appena 10 anni, il produttore cinematografico e attore di “Gomorra La Serie” Gaetano Di Vaio ha fatto arrestare il fratello Antonio. Le manette sono scattate ieri pomeriggio grazie agli agenti del commissariato Scampia di Napoli (guidati dal primo dirigente Bruno Mandato) per l’accusa di maltrattamenti e condotta persecutoria nei confronti della moglie e dei figli.

La sera dello scorso 8 maggio Antonio, dopo essersi chiuso nella sua abitazione del quartiere Chiaiano di Napoli, ha minacciato di far scoppiare il palazzo con il gas di città qualora non gli fosse stato rivelato il luogo in cui si nascondeva la moglie e i suoi tre figli. La fuga è stata necessaria alla luce dei maltrattamenti fisici e morali ai quali sottoponeva i suoi familiari. Gli agenti lo hanno bloccato al termine di indagini coordinate dalla sezione “Fasce Deboli” della Procura di Napoli (pm Santulli, procuratore aggiunto Falcone). (ANSA)

Il post di Gaetano Di Vaio su Facebook

Su Facebook Di Vaio ha scritto dei soprusi del fratello ai danni della cognata e dei nipotini: «Vivo di sostanza e non di apparenza. Non mi vergogno affatto di essere arrivato, dopo oltre 10 anni di tormenti, a rendere pubblica la devastante vicenda di alcolismo e le violenze di mio fratello su moglie e figli. Anzi, ne vado fiero. Avrei dovuto agire pubblicamente molto prima. Forse oggi, almeno i figli, stavano un po’ meglio». Con queste parole, Gaetano alias ‘Baroncino’ ha parlato dell’arresto del familiare.