Mugnano. Schiattarella verso il bis, pronta la giunta ma manca un tassello

La larga affermazione elettorale, probabilmente, ha creato qualche difficoltà di governabilità a Luigi Sarnataro. L’entrata in consiglio comunale delle sue 10 liste ha costretto il sindaco, infatti, a dare visibilità politica a tutti i soggetti usciti vincitori dalle ultime amministrative. Il giovane sindaco, manuale Cencelli in pugno, dovrà, dunque, trovare un equilibrio nella sua maggioranza bilanciando le poltrone tra la giunta e i sottogoverni. Intanto sembra essersi risolta pacificamente la designazione del presidente del Consiglio, infatti, la maggioranza dovrebbe votare in aula compatta Pierluigi Schiattarella. Quindi questa scelta porterebbe il Partito Democratico a rinunciare ad ogni velleità di presenza nell’esecutivo.

IL TOTO GIUNTA A MUGNANO

Intanto domani Sarnataro annuncerà pubblicamente i nomi dei suoi assessori che andranno a sostituire l’esecutivo pro-tempore varato dopo la vittoria al primo turno. I giochi sembrano, ormai, fatti ma il sindaco avrebbe difficoltà a designare il terzo assessore donna in una giunta composta da 7 membri. Sarnataro potrebbe uscire dall’empasse politico varando un esecutivo composto da 6 assessori, 4 uomini e 2 donne.

VICESINDACO E ASSESSORI

Il vicesindaco dovrebbe essere Antonio Bova di Campania Libera, seconda lista più votata della coalizione di centrosinistra. Inoltre il primo dei non-eletti dovrebbe ricevere la delega all’Urbanistica. SiamoMugnano potrebbe indicare il nome di Luisa Zicarelli, sorella di Armando, quarto dei non-eletti. La prima quota rosa dovrebbe ricevere la delega agli Eventi.

Carmine Cirullo dovrebbe diventare assessore all’Istruzione in quota +Campania in Europa, mentre Nicoletta Pianese, appartenente al gruppo Italia Viva, potrebbe occuparsi dei Lavori pubblici. Gennaro Totaro è invece vicino alla nomina di assessore all’Ambiente in rappresentanza del partito Europa Verde. Infine uno tra Carlo Bocchetti o Lara Sarnataro, primo e seconda dei non-eletti della civica Mugnano Città Viva, dovrebbe essere il prossimo assessore al Commercio.

Le scelte di Mugnano Città Viva sono legate a doppio filo a quelle di Italia in Comune, che, nel caso in cui la lista di Micillo dovesse optare per l’assessore uomo, sarebbe per forza di cosa costretta ad indicare un esponente de gentil sesso per il rispetto delle quote di genere.