Il ‘padrino’ di Marano torna a casa, ‘Zi Totonno’ Polverino è malato

La Corte di Appello di Napoli ha concesso gli arresti domiciliari ad Antonio Polverino. Secondo il Mattino il padrino maranese soffrirebbe del morbo di Parkinson.

L’ARRESTO DEL GENNAIO 2018

Era tra i primi cento latitanti. È stato catturato il boss della camorra Antonio Polverino, 73 anni, quello che nei fascicoli dell’anticamorra è ancor meglio conosciuto come Zio Totonno. In fuga dal 2011. Ad arrestarlo a Cassino, i carabinieri del comando provinciale di Napoli sotto il coordinamento della Dda. Polverino era stato condannato a 20 anni di carcere per associazione mafiosa e droga. È uno dei padrini che conosce segreti , gerarchie e alleanze anche ‘scellerate’ del Sistema in tutta l’area metropolitana di Napoli e soprattutto fuori regione. Antonio Polverino è zio del super boss Giuseppe, alias ‘o Barone e padre di Salvatore, attualmente in carcere nell’ambito dell’affare Pip di Marano.