29.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“Tifosi ipocriti, prima volevano cacciarlo”: le parole al veleno dell’agente di Insigne


Antonio Ottaiano, ex procuratore di Lorenzo Insigne, ai microfoni di Marte Sport Live ha commentato l’ultimo atto del suo assistito allo stadio Maradona davanti ai suoi tifosi. Il capitano azzurro, dopo la prossima partita, è destinato a volare a Toronto a fine campionato.

LA CERIMONIA – “E’ stata una cerimonia mielosa, con tutto questo amore, quando per dieci anni non è stato così. Metà città resta contro Insigne? Non è un termine improprio, ‘contro’, perché c’era un sentimento contrario, qualcuno voleva addirittura mandarlo via: per me era incomprensibile tutto questo, ma è la verità. Ci sta non rendere sempre al massimo, ma Lorenzo ha dato il massimo ogni domenica ed è proprio quando un ragazzo va in difficoltà, a  ben vedere, che il pubblico dovrebbe sostenerlo. Con Insigne, invece, è accaduto l’opposto. Alla luce di tutto questo, quanto successo ieri mi è sembrato eccessivo”.

L’ALLENATORE CHE LO HA VALORIZZATO“Chi è l’allenatore che lo ha valorizzato di più? Zdenek Zeman, colui che più di tutti ha colto le sue qualità ed ha esaltato le sue caratteristiche. Rafa Benitez gli ha insegnato la fase difensiva? Insegnato non direi, ma ha sfruttato questa sua caratteristica. Anche se basso, Lorenzo ha sempre avuto una forza fisica straordinaria e questo aspetto lo aiuta nei ripiegamenti“.

I FINTI FISCHI ALLO STADIO “Fischi finti allo stadio? La città non vince perché tende ad autodistruggersi: è tutto complicato. Al Napoli società si può imputare qualcosa, ma è da diciotto anni che va in Europa e, invece, pare che qualsiasi cosa fatta dalla dirigenza sia un disastro. La città fa fatica a portare avanti un progetto”.

Le parole di Maurizio Sarri su Lorenzo Insigne

“Lorenzo è stato, negli anni della mia gestione, un calciatore fondamentale, determinante. Ha rappresentato forse il giocatore più importante di un periodo storico in cui il Napoli non ha vinto quanto meritava, ma ha segnato un’epoca“. Questo, invece, il commenti di Maurizio Sarri – ex allenatore azzurro con cui il Napoli ha sfiorato l’impresa scudetto – che ha voluto dire la sua sull’importanza del giocatore azzurro.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Andrea morto a 6 anni a Sharm el-Sheikh, ipotesi intossicazione alimentare. Grave anche il papà

Erano partiti dalla Sicilia lo scorso 26 giugno per trascorrere due settimane di vacanze in un resort sulle spiagge...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria