Prima la cena in una paninoteca di via Costantinopoli, poi l’arrivo in un baretto dei Quartieri Spagnoli dove si sono intrattenuti sino a poco prima della mezzanotte. Da allora non si sono avute più loro notizie, nonostante avessero avvisato i familiari che da lì a poco sarebbero rientrati a casa. È ancora avvolta nel mistero la sparizione dalla serata di domenica di Luca Passaro, 17 anni, e Fabio Giordano, 18 anni, residenti al Rione Sanità. I familiari dei due giovanissimi sono in apprensione e attendono buone notizie da Polizia e Carabinieri a cui sono affidate le indagini. I familiari di Passaro si sono rivolti al Commissariato di Polizia di Stella San Carlo all’Arena, quelli di Giordano ai Carabinieri della Compagnia Stella

La serata di Luca e Fabio e il racconto dei familiari

Nella serata di domenica Luca e Fabio si erano recati a piedi al centro storico di Napoli con un gruppo di amici con il quale di solito si riuniva a piazza Dante. Dopo aver consumato un panino, il 17enne e il 18enne hanno raggiunto sempre a piedi uno dei locali dei Quartieri Spagnoli frequentato dai giovani della loro età intrattenendosi più a lungo rispetto agli altri amici con cui avevano passato la serata.

Da quel momento in poi, il buio: Luca e Fabio sono scomparsi nel nulla, non si hanno ancora riscontri su dove possano essere finiti. Maurizio Robustelli, compagni della mamma di Luca Passaro racconta a InterNapoli.it «Attorno alle 23.45 Luca ha telefonato dicendo che si trovava ai Quartieri Spagnoli ma che entro una mezz’ora sarebbe tornato a casa. L’indomani si sarebbe dovuto svegliare presto per andare al salone di parrucchiere dove lavorava. Eravamo tranquilli perché Luca, ma nemmeno Fabio, sono ragazzi che si mettono nei guai. Speriamo che qualcuno possa segnalare la loro presenza in qualche luogo». Nella mattinata di lunedì l’amara scoperta: Luca non era nel suo letto e neppure il suo amico Fabio era tornato a casa. Invano i tentativi dei familiari di raggiungerli al cellulare.

La cella telefonica al Borgo Marinari

Secondo quanto emerso, le celle telefoniche avrebbero segnalato per l’ultima volta i cellulari dei ragazzi al Borgo Marinari. Ma in quella zona Luca e Fabio non sarebbero stati visti e non è neppure sicuro siano mai passati da quell’area. Le ricerche della Polizia con parenti e amici in trepidante attesa.

«Luca – prosegue Maurizio Robustelli – è sempre stato un ragazzo responsabile. La stessa cosa si può dire di Fabio, che ha anche dormito a casa nostra. Non sappiamo se loro si siano intrattenuti con qualcuno, con qualche ragazza ai Quartieri Spagnoli andando poi altrove. Aspettiamo fiduciosi l’esito delle indagini». Uno dei due ragazzi, Luca, al momento della sparizione indossava una maglietta nera con su scritto Palm Angels, jeans neri scoloriti e scarpe nere. Di Fabio, che svolge lavori saltuari e che come l’amico abita al Rione Sanità, Internapoli.it non ha dettagli su come fosse vestito.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.