Coronavirus, comune casertano diventa zona rossa: è il primo dall’inizio della fase 2

Letino
Letino

Su indicazione del Presidente Vincenzo De Luca, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha disposto la messa in quarantena immediata per il comune casertano di Letino. Nel piccolo Comune dell’alto casertano sono stati registrati contestualmente 10 casi di positività al Covid-19, che si aggiungono ad altri 3 dei giorni scorsi. Si tratta di 13 pazienti tutti asintomatici. La “zona rossa” sarà in vigore fino al 20 maggio prossimo.

Letino zona rossa

L’intera popolazione di Letino, che conta 600 residenti, sarà sottoposta a test sierologici con l’obiettivo di bloccare sul nascere una possibile espansione del contagio. Questo infatti, in una provincia come quella di Caserta, dove si sono avuti risultati eccellenti nel governo dell’epidemia. Il Presidente De Luca ha sentito il sindaco di Letino per condividere le decisioni, e per ringraziarlo per il lavoro da lui fatto nei giorni scorsi, grazie al quale si è riusciti a portare alla luce il problema.

L’altra faccia della medaglia, al Cotugno si svuota la terapia intensiva

Probabilmente è ancora presto per esultare, ma dopo mesi di angosce e notizie scoraggianti, finalmente a Napoli sembra riaccendersi un barlume di speranza. Uno dei dati più incoraggianti arriva senza dubbio dal Cotugno di Napoli che, finalmente, registra zero malati Covid-19 nel reparto di rianimazione.

Da quando è scoppiata l’epidemia, il Cotugno, essendo il centro di riferimento regionale in Campania per la lotta contro il Coronavirus, è sempre stato a ‘lottare’ in prima linea. Migliaia gli ammalati che hanno riempito e svuotato le stanze del nosocomio. Tanti i tamponi effettuati, grazie al sacrificio e all’enorme lavoro fatto da tutto il personale sanitario.

Purtroppo però, dopo la gioia nelle ultime ore si è tornati a vivere uno stato di angoscia in Campania, con il Comune di Letino diventato il primo ad essere dichiarato zona rossa dopo l’inizio della fase 2.

 

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK