Matrimonio finisce in rissa nel Napoletano, lite scoppiata per il piatto

Domenica sera si è tenuto un banchetto di nozze in una famosa sala ricevimenti di Sant’Antonio Abate. La festa era in onore di una coppia di origine cinese ed erano invitati molti loro parenti ed amici. Nel mezzo dei festeggiamenti un inviato, un 33enne di origine cinese parente dello sposo,  si è visto togliere il piatto da un cameriere quando doveva ancora terminare di mangiare: ha ritenuto il gesto disonorevole perciò ha rotto un piatto in testa al poveretto.

Il 33enne è stato subito bloccato dai suoi parenti, mentre il responsabile della struttura ha chiamato 112 e 118. L’esagitato è stato portato nella hall dove i conoscenti hanno tentato di tranquillizzarlo. Anche i carabinieri della sezione radiomobile di Castellammare, al loro arrivo, hanno provato a calmarlo ma nonostante la loro presenza ha afferrato il monitor di un computer e voleva scagliarlo contro alcuni dipendenti.

E’ stato bloccato in tempo dai militari ed ha aggredito anche loro a calci e pugni quindi è stato arrestato per violenza e resistenza a un pubblico ufficiale oltre che denunciato per le lesioni nei confronti del cameriere. Dopo le formalità dell’arresto è stato giudicato con rito direttissimo e condannato ad un anno reclusione con sospensione della pena