Mugnano, sequestro nell’isola ecologica. Imbimbo: “Inaugurazione bluff”

È notizia dell’altro giorno che l’isola ecologica è stata sottoposta ad un sequestro di alcune aree a seguito di un controllo da parte di Carabinieri e Arpac. E pensare che solo il 31 in pompa magna si era inaugurata l’isola ecologica dopo lavori di rifacimento e miglioramento della struttura. Una domanda a questo punto sorge spontanea. Ma se il 31 luglio sono stati completati i lavori presso l’isola ecologica come è possibile che diverse aree siano state sequestrate dopo appena otto giorni? E inoltre ci domandiamo se oltre ad interventi di facciata (come rifacimento del manto e spogliatoi/container) siano state realizzate opere strutturali necessarie e a tutela della salute di tutti come ad esempio vasche di contenimento per garantire il corretto smaltimento del percolato. Probabilmente ci troviamo di fronte a dei lavori e ad un’inaugurazione in pieno stile Sarnataro. Tanti selfie, tante foto e poca sostanza. Inaugurazioni in pompa magna e problemi ancora irrisolti. E mentre ieri il Sindaco affermava che “il servizio continua” stamattina si sono riscontrati ritardi nel ritiro della plastica. I selfie sono sempre molto belli ma la realtà di solito è molto più dura e severa. E prima o poi presenta il conto. Stavolta dopo soli otto giorni.
Comunicato Mario Imbimbo – Altra Mugnano