Gli Agenti dell’Unità Operativa Chiaia nell’ambito dei controlli alle strutture ricettive a tutela dei turisti in città hanno intercettato due bed & breakfast in cui si svolgeva attività di prostituzione.
La prima struttura sita in piazza Sannazaro è stata individuata incrociando gli annunci pubblicitari per alloggi brevi su una nota pagina web con le pubblicità su siti di incontri sessuali. In particolare la donna dedita all’attività di meretricio è stata 
contattata sull’utenza mobile indicata sull’annuncio ed  all’appuntamento concordato effettivamente si constatava che la consumazione degli incontri sessuali avveniva presso la struttura ricettiva dove il titolare era perfettamente a conoscenza 
dell’attività svolta dalla donna di origini brasiliane ed ometteva di registrare i clienti che faceva introdurre nella struttura. Infatti, veniva appurato che per l’utilizzo della camera da parte della donna per ricevere i clienti la stessa corrispondeva la somma di 60euro per ogni appuntamento e ne guadagnava mediamente 150/200 euro ad incontro.
Il gestore, P.C., napoletano di 39 anni, è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione e le registrazioni della video sorveglianza sottoposte a sequestro.
Alla scopo di monitorare i bed & breakfast in zona è stata sottoposta a verifica una casa vacanza in via Martucci che ugualmente è risultata ospitare abitualmente una ragazza rumena che corrispondeva per l’uso della camera utilizzata per incontrare i propri clienti la somma di 80 euro ogni volta. All’interno della stanza sono stati rinvenuti indumenti e attrezzi per lo svolgimento dell’attività di prostituzione nonché  1.300  di proventi dell’attività.
Al momento del controllo si è riscontrata la presenza della ragazza e non del titolare della struttura che fatto giungere sul posto è stato reso edotto di quanto accadeva e diffidato dall’assumere comportamenti tali da favorire lo svolgimento dell’attività di prostituzione.
Inoltre sono stati controllati 3 bed & breakfast in zona Chiaia di cui uno è stato verbalizzato per mancata esposizione dei prezzi.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.