Notte di violenza a Napoli, uomo picchia compagna e medici in strada: “Questa è la mia donna”

Notte di violenza a Napoli - L'intervento della Polizia. Immagine di repertorio
Notte di violenza a Napoli - L'intervento della Polizia. Immagine di repertorio

Notte di violenza a pochi metri da piazza Nazionale a Napoli. “Fatti i fatti tuoi, questa donna è mia”, così ha provato ad allontanare i soccorritori un uomo originario del Ciad sorpreso a schiaffeggiare una donna. A raccontare la storia è stata la pagina Facebook “Nessuno tocchi Ipporcrate.

L’episodio si è verificato nel cuore della notte a Napoli. Percorrendo via Loffredo, l’equipaggio ha notato un uomo che percuoteva violentemente la compagna in strada. L’ambulanza della postazione 118 dell’Ascalesi ha immediatamente interrotto la corsa e si è gettata in soccorso della vittima della folle violenza. Secondo quanto raccontato dal personale sanitario, il medico si sarebbe interposto tra i due scatenando la reazione dell’aggressore. “Fatti i c… tuoi, questa donna è mia” avrebbe detto l’uomo prima di aggredire ed insultare i soccorritori.

Nonostante i tentativi di mettere al sicuro la donna, l’aggressione è continuata con maggiore veemenza. L’uomo ha infatti sbattuto la testa della donna più volte contro l’ambulanza. Solo a questo punto, impossibilitati ad intervenire, i sanitari hanno allertato le forze dell’ordine. L’uomo, un 29enne originario del Ciad, è stato denunciato per aggressione e percosse dagli agenti delle volanti della polizia di Napoli. La compagna ha riportato lievi ferite e non ha dovuto far ricorso alle cure mediche. il medico successivamente si è recato negli uffici delle forze dell’ordine per sporgere denuncia.

Le aggressioni al 118 a Napoli

La denuncia dell’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate è l’ennesima di una lunga serie. I volontari e il personale sanitario, da tempo, chiedono  la qualifica di pubblico ufficiale per poter intervenire in casi analoghi. L’associazione, inoltre, denuncia da mesi le continue aggressioni al personale sanitario a Napoli, una questione arrivata fino al Parlamento. Tra le soluzioni proposte per scongiurare le continue aggressioni vi è anche l’istallazione di telecamere sui mezzi del 118. Dall’inizio del 2020 sono ventisei le aggressioni denunciate e documentate dagli amministratori della pagina Facebook.