Negozi chiusi ma non si fermano gli abusivi: vendita di frutta e pane a Secondigliano e Casoria

Neanche le normative di sicurezza ed il panico per l’epidemia da Coronavirus sono riusciti a fermare le attività dei venditori abusivi.
A Secondigliano, un uomo ha allestito un’attività illecita di vendita di frutta e verdura, tenendo la merce nel bagagliaio posteriore della propria auto, come si vede dal materiale fotografico inviato da un cittadino al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, sempre in prima linea nella battaglia contro l’abusivismo.

Mentre tra Casoria e Casavatore una donna vende abusivamente dalla propria auto del pane. L’episodio è stato denunciato dal Consigliere Borrelli.
“Da sempre combattiamo i venditori abusivi che danneggiano i commercianti regolari ed onesti e che non rispettano nessuna normativa igienico-sanitaria. In questo momento molto particolare è ancora più importante fare attenzione all’igiene e alla tracciabilità dei prodotti alimentari, per questo oggi più che mai si deve assolutamente contrastare il fenomeno dell’abusivismo che può essere ulteriore veicolo del virus.

Abbiamo segnalato gli episodi alle forze dell’ordine affinché questo individui che vendono prodotti alimentari dalla propria auto vengano individuati e puniti in modo severo.” Ha dichiarato il Consigliere Borrelli.