Ieri sera poco dopo le ore 22 Niko Pandetta sarebbe rimasto coinvolto in un incidente stradale. Il cantante neomelodico ha informato i suoi fan sull’accaduto: “Sto bene ma sono stato meglio! Una Fiat Punto ci ha inseguito per oltre 1 km riuscendo a farci perdere il controllo dell’auto. Non ci hanno soccorso, non so chi fossero, non so cosa volessero, so soltanto che mi sento seguito, perseguitato, preso di mira!”.

LE PAURE DI NIKO PANDETTA

Oggi poco prima di mezzogiorno Pandetta ha pubblicato un’altra foto con una tranquillizzante didascalia: “Torno presto”. Nonostante ciò il cantante neomelodico ha esternato preoccupazione in merito alla dinamica dell’incidente. Infatti il giovane catanese ha sfogato una sorte di inquietudine poiché si sentirebbe preso di mira.

L’INTERVISTA AI MICROFONI DELLA RAI

Destò molto scalpore l’intervista del cantante neomelodico, originario di Catania, alla trasmissione televisiva Realiti. Pandetta dichiarò alle telecamere della Rai: “Ho fatto una canzone dedicata a mio zio, nonostante abbia avuto problemi con la legge ed è all’ergastolo”. Niko è nipote del boss della mafia catanese Turi Cappello ma il cantante neomelodico ha sempre affermato di essere lontano da quel mondo.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.