Rischio Coronavirus a Napoli, paura per l’avvocato contagiato: anche il Tribunale corre ai ripari

Una ditta incaricata dall’Ordine degli Avvocati di Napoli sta eseguendo da stamattina un servizio di pulizia straordinaria degli spazi di competenza dell’Ordine presenti nel Nuovo Palazzo di Giustizia partenopeo. Il cosiddetto “paziente 1” napoletano, infatti, è risultato essere un avvocato. Ieri alcuni suoi collaboratori, entrati in contatto con l’avvocato, sono risultati positivi al test sul coronavirus. Sempre ieri, la presidenza della Corte di Appello di Napoli e la Procura Generale, con una nota inviata al Tribunale dei Minorenni, al Tribunale di Sorveglianza, ai Tribunali di Napoli e Napoli Nord, alla Procura presso il Tribunale dei Minorenni, ai procuratori di Napoli e Napoli Nord e al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, ha comunicato che oggi, e con eventuale prosieguo domani primo marzo, saranno eseguite, a cura della direzione generale per la gestione e la manutenzione degli uffici giudiziari, “pulizie straordinarie e una disinfezione accurata degli uffici giudiziari”.