rolex rapina
Foto di archivio

Beccati 2 rapina Rolex in trasferta, rispediti a Napoli dopo la passeggiata. Sabato scorso due napoletani erano giunti a Forte dei Marmi con una moto di grossa cilindrata intestata a un uomo di Ferrara, ampiamente conosciuto dalle forze dell’ordine. Interrogati su questo aspetto non sapevano fornire valida giustificazione del possesso del mezzo. Erano giunti in Toscana con un furgone preso a noleggio, che hanno poi parcheggiato a Lucca.

Dopodiché in moto raggiungevano Viareggio dove prendevano alloggio in un albergo del centro fornendo al portiere, tra l’altro, documenti falsi. Alle 23 in punto di sabato venivano avvicinavano dagli agenti del commissariato di Forte dei Marmi mentre gironzolavano per il centro cittadino.

“VOLEVAMO RUBARE I ROLEX”, LA CONFESSIONE

Il loro intento, secondo i poliziotti, era quello di perpetrare rapine ai danni di ignari possessori di orologi di pregio. Così come poi confermato agli agenti in sede di spontanee dichiarazioni. Tutto interrotto dall’attento e oculato intervento degli agenti che non potevano fare altro che munirli di foglio di via obbligatorio e rispedirli nella stessa nottata di sabato in direzione della città di provenienza.

I due 37enni originari di Napoli anche denunciati per possesso e utilizzo di documenti falsi. Sequestrata la moto utilizzata per raggiungere il centro di Forte dei Marmi, così come i documenti falsi confezionati davvero con estrema cura per trarre in inganno chiunque.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.