Amava l’Inter, i viaggi e la palestra, Casalnuovo piange Salvatore Romano: era impegnato nell’emergenza Covid

Salvatore Romano incidente
Una tragica fatalità, aiutata dall’asfalto bagnato e dalla fretta di consegnare farmaci e bombole in tempi di covid. Sarebbero state queste le cause che hanno portato questa mattina alla morte di Salvatore Romano, 29enne di Casalnuovo. La sua vita è stata spezzata da un tragico incidente sulla Circumvallazione esterna, all’altezza di Volla. Poco dopo l’alba, Salvatore stava percorrendo, come faceva di solito, il tratto di strada che lo avrebbe condotto al lavoro. Sulla sua strada però, per motivi ancora da accertare, il giovane avrebbe impattato violentemente contro un camion che procedeva sulla stessa direzione. In poco tempo, il veicolo è stato avvolto dalle fiamme. Inutili i tentativi di Salvatore di divincolarsi e abbandonare il veicolo. Il fuoco sprigionatosi dopo l’impatto violento non gli ha lasciato scampo. Inutili anche i tentativi di soccorso. Per il 29enne non c’è stato nulla da fare. Il conducente del camion, invece, se l’è cavata con qualche lieve ferita.

La morte di Salvatore ha lasciato nello sconforto l’intera comunità di Casalnuovo. Nella sua città, infatti, il giovane era ben voluto ed apprezzato per il suo carattere e per la sua disponibilità. Sempre pronto ad aiutare, Salvatore è andato via in un giorno di pioggia in cui, come di consueto, si era messo in strada per rifornire le farmacie di presìdi medici in giorni di particolare apprensione. Appassionato di viaggi, body building e tifoso dell’Inter, i sogni di Salvatore si sono spezzati mentre provava ad aiutare il prossimo, svolgendo con passione e dedizione il suo lavoro.

“Oggi piove perché è un giorno triste poiché anche gli angeli stanno piangendo” ha scritto il dr Amerigo Figliola , direttore della Farmacia S. Michele di Volla. “Salvatore amava la vita nella sua semplicità ed onestà” ha poi concluso.