Incastrato nel furgone in fiamme, Salvatore muore sulla Circumvallazione

Salvatore Romano

Il drammatico incidente avvenuto venerdì mattina sulla Circumvallazione esterna di Napoli è costato la vita a Salvatore Romano. Il 29enne di Casalnuovo è morto carbonizzato nel suo furgone in seguito ad un tamponamento con un camion che trasportava frutta e verdura. Sullo schianto, avvenuto poco prima delle 7 del mattino all’altezza di Volla, sono ancora in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine.

Secondo una prima ricostruzione fornita dai carabinieri intervenuti sul posto, il giovane sarebbe rimasto intrappolato all’interno del suo veicolo mentre il camion veniva avvolto dalle fiamme. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente. Il conducente del camion, un uomo di 55 anni, è riuscito invece ad uscire dal camion e a mettersi in salvo. Lievi le ferite riportate che hanno reso necessario il ricorso alle cure mediche presso il pronto soccorso della clinica Villa Betania.

“Il grave incidente avvenuto questa mattina sulla strada statale ha portato via un giovane casalnuovese di 28 anni. Abbiamo tutti il cuore a pezzi, una notizia devastante. Salvatore era un giovane volenteroso, un grande lavoratore. Siamo vicini alla famiglia ed alla comunità di Casarea. Addio Salvatore, lasci un grande vuoto”. Lo ha scritto sui social il sindaco Massimo Pelliccia.

“La fretta, la strada bagnata, la necessità di rifornire le farmacie di farmaci in questo particolare momento in cui tutti sono in preda all’ ansia e nessuno vuole aspettare.
E poi il senso del dovere, la dedizione al lavoro ed è bastato un attimo, stamattina sulla Ss7 bis e uno dei “nostri” autisti , uno splendido giovane uomo che ho visto crescere da quando andava alle medie è venuto a mancare per una tragedica fatalità”. Lo ha scritto il direttore di una farmacia di Volla, il dottor Amerigo Figliola. “Salvatore – ha aggiunto – amava la vita nella sua semplicità ed onestà. Oggi piove perché è un giorno triste poiché anche gli angeli stanno piangendo”.