Ripartenza scuole, oltre 100 studenti in isolamento e classi in quarantena in 7 giorni

Ripartenza scuole, i dati sui contagi [Immagine di repertorio]
Ripartenza scuole, i dati sui contagi [Immagine di repertorio]

È passata poco meno di una settimana dall’inizio della scuola, ma il numero degli studenti positivi continua a crescere. A Roma, per un bimbo positivo, la scuola materna dell’istituto Salacone ha chiuso per 2 giorni ed oggi sfarà il tampone a tutti i compagni ed alle maestre che erano in classe con lui. Il caso del questione non è l’unico, visto che altri precedenti si sono già registrati nelle scuole internazionali “Marymount” e “Saint George’s” e in una scuola della provincia, a Monterotondo.

A Milano altri cinque alunni sono risultati positivi dal nido alla scuola dell’infanzia, costringendo le classi a mettersi in isolamento. Scatta la chiusura anche per una classe in Brianza, così come a Trieste. L’emergenza preoccupa la Toscona, dove si sono registrati numerosi casi tra Lucca, Siena e Prato. In Emilia Romagna, invece, i casi positivi provengono da diversi licei di Bologna e Rimini. Allerta anche al Sud, dove i contagi si registrano da Trapani a Palermo e Marsala). Desta paura anche la situazione in Friuli Venezia Giulia, dove 115 ragazzi sono in isolamento a Gorizia. In Veneto gli alunni di due classi sono in quarantena insieme alle maestre, a seguito della positività di alcuni soggetti in una scuola materna. In Piemonte sono per ora 5 gli studenti e i docenti risultati positivi alle analisi.

Covid, rinviata l’apertura delle scuole in provincia di Napoli: 6 sindaci firmano le ordinanze [Articolo del 17 settembre]

Sei sindaci della costiera sorrentina hanno deciso di rinviare l’aperture delle scuole al 28 settembre. Tutti hanno firmato un’ordinanza per garantire l’avvio dell’anno scolastico in condizioni di assoluta sicurezza. Obiettivo è anche il rispetto di tutte le norme di contenimento della diffusione del Covid-19.

L’ORDINANZA SULLE SCUOLE

A seguito delle operazioni di voto previste nei giorni 20 e 21 settembre – spiegano i primi cittadini di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli, di Sorrento, Giuseppe Cuomo, di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani, di Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino, di Meta, Giuseppe Tito e di Vico Equense, Andrea Buonocore – si renderà necessario procedere alle operazioni di sanificazione di aule, uffici, palestre, mense, e tutte le altre aree di pertinenza scolastica. Comprendiamo gli eventuali disagi per le famiglie, a seguito di questo slittamento, ma la salute dei nostri ragazzi viene prima di tutto”.

RINVIATA L’APERTURA DELLA SCUOLA ANCHE A BOSCOREALE

Ieri il sindaco Antonio Diplomatico ha deciso di rinviare l’apertura delle scuole di Boscoreale. Quindi gli istituti comprensivi Francesco Cangemi, Francesco Dati e Castaldi Rodari riapriranno il 28 settembre. “L’ordinanza si basa sulla necessità di effettuare le necessarie operazioni di disinfezione, al termine delle operazioni elettorali, in condizioni di sicurezza e nel rispetto delle norme igieniche vigenti, unitamente all’applicazione dei percorsi anti-Covid e alle prescrizioni previste dai protocolli”, ha scritto Diplomatico sulla sua pagina Facebook.

IL CASO DI CASTELLAMMARE DI STABIA

Gaetano Cimmino ha rinviato l’inizio dell’anno scolastico a Castellammare. Secondo l’ordinanza firmata dal sindaco stabiese, gli studenti torneranno a scuola dal 1 ottobre.  “La prima campanella nelle scuole di Castellammare di Stabia suonerà il 1 ottobreHo firmato poco fa l’ordinanza per posticipare di una settimana l’inizio delle attività didattiche, a seguito dell’evolversi della situazione epidemiologica e dell’impennata dei contagi da Covid-19, allo scopo di consentire l’avvio delle lezioni in assoluta sicurezza con un’organizzazione logistica accurata in ogni minimo dettaglio” scrive Cimmino sulla sua pagina Facebook.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK