19.1 C
Napoli
sabato, Ottobre 1, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“Nessun obbligo di vaccino per i cantanti a Sanremo”, scoppia la polemica


Nessun obbligo di vaccino per i cantanti in gara al Festival di Sanremo 2022, a meno che ovviamente non abbiano più di 50 anni e ricadano dunque nell’obbligo di legge previsto dal Governo. “La Rai segue le leggi nazionali – spiega Stefano Coletta, direttore di Rai1, dalla sala stampa del Casinò di Sanremo -. Come il teatro Ariston si collega alle norme generali previste per i teatri, con la piena capienza, il super green pass e le mascherine Ffp2, così vale la regola che sotto i 50 anni non c’è un obbligo di vaccino. La selezione degli artisti sul palco non può essere dirimente distinguendo vaccinati e no vax: si tratta di dati sensibili, che la Rai non può chiedere”.

Amadeus: “Nessun piano B se prendo il Covid”

Ancora sulla questione coronavirus e contagi, in conferenza stampa è emerso che non c’è nessun piano B per Amadeus in caso di contagio: “Non c’è un piano B. Se mi prendo il Covid, state qui dieci giorni con me fino a che non guarisco”. Per quanto concerne gli artisti, invece, un anno fa fu Irama a essere risultato positivo, partecipando al Festival di Sanremo con l’esibizione delle prove. Da quest’anno, le prove generali sono state svolte con trucco e parrucco: “Abbiamo invitato i Big a venire alle prove già con trucco e parrucco, in modo da avere un video utile da usare per la diretta qualora malauguratamente accadesse un caso simile, come quello dello scorso anno con Irama”.

Capienza al 100% e niente tampone agli spettatori, polemica sul Festival di Sanremo

Nel corso dell’ultimo Comitato sull’ordine e la sicurezza pubblica, il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri ha annunciato le novità in vista del Festival di Sanremo, che vedrà il via il prossimo 1 febbraio: “Si sta lavorando da diverse settimane su questi grandi temi. Sono stati chiariti i protocolli sanitari; c’è stata la massima collaborazione da parte di tutti i presenti e voglio ribadire che la nave in rada a Sanremo non sarà un albergo. Non si farà ristorazione, ma sarà uno studio televisivo e secondo me sarà anche un’occasione importante per la città e per la promozione di tutto il territorio”. Nonostante le dovute cautele, tre coristi dell’orchestra Rai sono da qualche giorno risultati positivi al tampone.

Sull’ingresso all’Ariston“Si stanno compiendo tutte le valutazioni, come per la gestione dell’entrata del pubblico, affinché avvenga in massima sicurezza. E poi, per la gestione del red carpet e di tutto quello che si svolgerà al Palafiori e al Casinò. C’è la massima condivisione e disponibilità per un Festival in sicurezza, sicuramente in una situazione che è ancora delicata, ma rispettando tutte le norme, soprattutto avendo i vaccini e tutto il resto, si può fare spettacolo, si può fare un evento di questo tipo”.

Sul pubblico“La capienza sarà al cento per cento e secondo le norme vigenti si entrerà con super green pass. Sul red carpet ci saranno tutti i varchi di controllo e di sicurezza, come avvenuto negli anni passati, quest’anno con maggiore attenzione sotto l’aspetto sanitario”.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Galleria Umberto, parte il servizio di vigilanza notturna. Manfredi: “Impegno mantenuto”

In serata, alle ore 20, come previsto dal verbale di intesa sottoscritto, lo scorso 3 agosto, tra Prefettura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria