26 C
Napoli
mercoledì, Agosto 17, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Vaccino Pfizer per i bimbi dai 5 agli 11 anni, c’è l’ok dell’Ema: “Sarà disponibile da dicembre”


L’agenzia europea per i medicinali Ema ha raccomandato di concedere un’estensione dell’indicazione per il vaccino Covid di Pfizer-BioNtech per includere l’uso per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. Il vaccino è già approvato per l’uso in adulti e bambini di età 12 e oltre. Si legge in una nota dell’Ema.

La distribuzione dovrebbe avvenire contemporaneamente in tutti i paesi europei e le previsioni al momento parlano dei giorni immediatamente precedenti il Natale.

Vita sociale per i vaccinati e divieti solo ai no vax. Draghi: “Così salviamo il Natale”

Dal 6 dicembre e fino al 15 genaio (con possibilità di proroghe)  entra in vigore una nuova certificazione vaccinale: il ‘Super green pass’. I cambiamenti che porta sono svariati: dall’estensione dei campi in cui sarà obbligatorio mostrare la certificazione, alla durata della sua validità. La durata infatti verrà ridotta dagli attuali 12 mesi a 9 mesi. Ulteriori settori soprattutto luoghi per attività di svago richiederanno l’obbligo della certificazione.

Le nuove norme sul pass rafforzato vedranno delle forti limitazioni per i no-vaxsoprattutto nel caso in cui dovesse essere “inaugurata” una nuova zona arancione.  Si allarga però la lista dei luoghi in cui sarà obbligatorio possedere una delle due certificazioni. Se prima i tanto discussi mezzi pubblici erano esenti dall’obbligo di certificazione, con le nuove norme anche il loro utilizzo richiederà il pass. Anche alberghi e spogliatoi delle varie attività sportive.

Zona arancione, quali sono le nuove restrizioni

Le vere novità per chi sceglie di non vaccinarsi arrivano però nell’ipotesi della venuta di una nuova zona arancione. Il super green pass, infatti, ha il ruolo di ‘marcatore‘ dei vaccinati per tutte quelle attività che nelle scorse ‘zone arancioni‘ erano vietate a tutti e che in vece, nell’ipotesi di una semi chiusura, salvaguardano i diritti di chi ha risposto al richiamo vaccinale. In fatti nel caso in cui il paese si vedrà costretto ad attuare una semi chiusura, tutte quelle attività vietate nella ‘zona arancione’ saranno precluse solo ai non detentori del super pass. In zona bianca invece sarà possibile accedere a ristoranti all’aperto, piscine e attività sportive in generale anche se si è in possesso di un responso negativo al tampone.

Il super pass permetterà quindi a tutti i vaccinati e i guariti di poter ‘vivere’ nella zona arancione senza restrizioni per lo svago, attività che saranno invece ‘tolte’ ai no-vax. Aumentano anche i controlli, che diventano più “costanti”, le prefetture saranno obbligate a scrivere una relazione settimanale che verrà poi inviata al Ministero degli Interni.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Auto sbanda e finisce fuori strada, morti 4 giovanissimi amici

Quattro giovani di età compresa tra i 18 e i 19 anni sono morti la scorsa notte a Godega...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria