Sant’Antimo. Protesta dei lavoratori bengalesi: «Non siamo schiavi!»

I migranti con i loro cartelli di protesta a Sant'Antimo

Sit in di protesta ieri di un centinaio di lavoratori bengalesi impiegati nelle fabbriche tessili dell’area nord di Napoli. Un folto gruppo di operai originari degli stati del sud est asiatico, hanno protestato contro le condizioni in cui sono costretti a lavorare dai loro datori di lavoro.
Una storia lunga quella dei lavoratori bengalesi del settore tessile nel Napoletano. Tempo fa infatti avevano denunciato i loro datori di lavoro a causa dei “turni inumani a cui sono sottoposti, senza neppure una giusta retribuzione” e ora temono ritorsioni. Si sono riuniti in assemblea a Sant’Antimo proprio dopo la denuncia per aggressione presentata da uno degli imprenditori nei confronti di un suo operaio che lo aveva a sua volta denunciato per schiavitù . Dopo avere fatto tappa in piazza della Repubblica, i migranti si sono spostati nella sede dell’associazione “Dada Ghezo”, dove l’incontro è proseguito.