Dopo 40 giorni di ospedale, la prima notte di Noemi nel suo lettino tra le Lol ed i suoi giocattoli

Noemi, la bambina di quattro anni ferita nel corso di una sparatoria a Napoli, nella giornata di ieri ha lasciato l’ospedale Santobono ed è tornata a casa a Poggioreale, poco distante da quella piazza Nazionale teatro lo scorso 3 maggio dell’agguato. La piccola dopo essere stata sottoposta agli ultimi esami che hanno dato il via libera alle dimissioni.

Finalmente è tornata nel suo lettino, nella sua cameretta stracolma di giocattoli. In questi, 40 giorni circa, a Noemi non è mancato l’affetto della famiglia, degli amici e di tutta Napoli. Mamma e papà le hanno montato il castello delle Lol, come si legge su Il Mattino, le bamboline che un amico di famiglia le aveva fatto avere il giorno stesso in cui era uscita dal coma. Poi tantissimi altri giochi e telefonate. Mamma e papà sono stanchi ma felicissimi di avere di nuovo a casa la loro piccola guerriera costretta in busto che dovrà portare per circa un mese. Ma Noemi è forte e supererà alla grande anche quest’ultima ‘sfida’.