Marano. Allacci idrici abusivi, stretta del Comune sui ‘furbetti del rubinetto’

Centinaia di contatori abusivi scoperti e staccati in un’operazione, iniziata lo scorso agosto, volta a combattere l’evasione andata avanti per anni. Il Comune, su disposizione dell’Ufficio Tributi e dell’Ufficio Affari Generali retto dal dottor Luigi De Biase, vuole dare una nuova immagine rispetto ad una vicenda che dura da almeno 4 anni, periodo in cui a numerose famiglie (oneste) del territorio non sono arrivate le bollette dell’acqua mentre tanti furbetti hanno usufruito di allacci non legali in parte scoperti dalle indagini dei carabinieri della locale tenenza retta dal tenente Francesco Tessitore. Addirittura 5000 ed oltre le famiglie inadempienti per anni, con un mancato incasso per le casse comunali superiore ai 10 milioni di euro. Contestualmente, una nuova gara per l’affidamento del servizio dovrebbe contribuire nuovamente ad arginare le irregolarità. Tra le zone della città maggiormente oggetto di questa nuova task force, via Cesina, via Poggio Vallesana e via Marano-Quarto.