34.7 C
Napoli
domenica, Giugno 26, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Droga per i Polverino-Orlando e corruzione: alla sbarra banda di Marano. Coinvolto anche un carabiniere


Mano pesante del pubblico ministero nei confronti di presunti esponenti dell’organizzazione dedita allo spaccio di droga per conto del clan Marano.
Chiesti 12 anni di reclusione per Angelo Di Maro di Marano, 7 per Massimo D’Onofrio di Napoli, 6 per Francesco Sepe di Marano e 9 per Angelo Cantone, quest’ultimo militare dell’Arma. I quattro furono arrestati lo scorso mese di maggio, l’ordinanza però fu annullata per un vizio di forma. A giugno, però, arrivò il nuovo provvedimento giudiziario. I due personaggi chiave dell’inchiesta sono proprio Angelo Di Maro, ritenuto vicino all’organizzazione criminale dei Polverino-Nuvoletta-Orlando e il militare Angelo Cantone. Secondo l’accusa esiste un legame tra Di Maro ed il carabinieri. Quest’ultimo, in cambio di regali, avrebbe rivelato ‘segreti’ al presunto amico Di Maro. Francesco Sepe, già detenuto ai domiciliari, e Massimiliano DOnofrio invece – secondo l’accusa – hanno acquistato da Di Maro un grosso carico di hashish e marijuana che avrebbero dovuto smistare sulle piazze di spaccio di Marano. Parte della droga, circa 30 chili, fu sequestrata dai carabinieri nel corso delle indagini.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Spari nella notte a Pomigliano, 17enne colpito alla gamba da un proiettile: “Volevano rubarmi la moto”

Paura a Pomigliano d'Arco dove la scorsa notte un ragazzo di 17 anni è stato colpito da un colpo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria