Prima la telefonata, poi il lancio nel vuoto. Ecco chi è la donna che si è ammazzata alla Reggia

Identificata la vittima che stamane si è lanciata dal terzo piano della Reggia di Caserta, una donna di colore di 44 anni, Mirta Rempicci. Secondo le prime testimonianze, la donna è stata vista parlare in maniera concitata al cellulare, dopo aver agganciato e aver riposto il cellulare nella borsa, ha aperto una finestra del terzo piano degli uffici della Soprintendenza ai beni architettonici e artistici e si è lanciata nel vuoto. Era la seconda volta che Marta si recava in biblioteca per effettuare delle ricerche.
Il cadavere è ancora riverso a terra in attesa della decisione del pubblico ministero della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Sul luogo gli specialisti della scientifica per i rilievi del caso. Ora spetterà alla questura il compito di comunicare la notizia all’ambasciata del paese della giovane donna.