AL VIA IL CONCORSO DI IDEE PER IL RECUPERO DELLE MASSERIE

“E’ una occasione importante per avviare un graduale recupero della memoria storica della nostra città e per ricostruire, tassello dopo tassello, il mosaico delle antiche masserie che hanno caratterizzato a lungo la tradizione e la cultura di questo territorio. Soltanto così, guardando con attenzione al nostro passato, potremo costruire un futuro in cui le risorse architettoniche e culturali non siano soltanto un mero esercizio di sfoggio autoreferenziale, ma si traducano in autentiche opportunità di sviluppo per Marano”. Così il sindaco Salvatore Perrotta parla del concorso di idee per il recupero funzionale e architettonico delle masserie di Fuoriagnano di sopra e di sotto, di Capuzzelle e di Castello Monteleone. Veri e propri gioielli che molto spesso sono sconosciuti agli stessi abitanti del posto e che potranno riacquisire l’antico splendore. L’iniziativa voluta dal sindaco, è stata poi concretizzata con un percorso che coinvolgerà professionisti di livello nazionale, come spiega l’assessore all’Urbanistica, Biagio Sgariglia: “La pubblicazione del concorso nazionale di idee per il recupero e la riqualificazione delle masserie e del castello Monteleone, rappresenta il primo obiettivo culturale raggiunto del programma – dice – Con il supporto del Dirigente dell’Area Tecnica, ing. Giovanni Micillo, e l’impegno nel coordinamento dell’arch. Assunta Napolitano, si è elaborato un percorso che porterà alla ricerca delle funzioni più adeguate alle caratteristiche architettoniche e di contesto ambientale degli edifici storici. L’Amministrazione punta molto su questo progetto per diffondere sia la conoscenza del patrimonio storico che significa maggior consapevolezza e tutela, sia per acquisire idee utili per l’attivazione di risorse ed investimenti.”