Rinvia il matrimonio per assistere i pazienti, Antonella: “Amo il mio lavoro. Le nozze saranno ancora più belle”

Sembra che il coronavirus abbia fermato il tempo e abbia spazzato via tutti i progetti a lungo termine. Molte persone, però, non si sono lasciate avvilire dalla statica e paradossale quotidianità, anzi sono pronte a ripartire con uno slancio più vitalistico. E’ il caso di Antonella, operatrice Socio-Sanitaria, che lavora nell’albergo per anziani Villa Giusy a Mugnano dove ha deciso, insieme ad altre sue colleghe, di rimanere in quarantena volontaria dallo scorso 11 marzo.

L’operatrice socio sanitaria avrebbe dovuto sposarsi il prossimo 30 maggio, purtroppo la cerimonia è stata rinviata a causa della pandemia. La ragazza mugnanese ha voluto raccontarci la sua quotidianità ed i suo progetti futuri: “Ho scelto il lavoro che amo e cerco di non farmi assalire dalle preoccupazioni. Sono serena per gli ospiti ma a volte mi raccolgo nel mio angolo con i miei pensieri. Sono stata male quando ho dovuto rinviare il matrimonio. Sono stata assalita dalle preoccupazioni, soprattutto adesso che sono lontana dal mio compagno e dalla mia famiglia. Ho dovuto iniziare tutto daccapo: dalla scelta della nuova data per la chiesa al ristorante fino al fotografo“.

Antonella e Danilo si sposeranno il prossimo 10 settembre nella chiesa di San Castrese a Marano. I due trentenni si sono conosciuti proprio nella parrocchia dove risiede l’attuale compagno. “In questo giorni difficili sono supportata da mio padre con il quale mi sento telefonicamente, dalla mia titolare Cinzia e dalla mia amica-collega Valentina. Voglio dire a tutte le future spose che devono andare avanti aggrappandosi ai pensieri positivi. Sono sicura che dopo questa pandemia daremo più importanza ai nostri affetti. Il giorno delle mie nozze sarà più bello perché sarà il frutto dei miei sacrifici”, ha concluso Antonella.

LA QUARANTENA VOLONTARIA

Titolari e dipendenti in quarantena volontaria dall’11 marzo, la storia della casa per anziani di Mugnano ‘Villa Giusy’