28.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Chi è Antonio Cuozzo Nasti, il latitante chef del clan Mallardo: la sua specialità era il polpo alla luciana


Durante gli otto anni di latitanza era diventato chef, con una discreta fama in Costa Azzurra. Ma stamane, all’alba, i carabinieri della Compagnia di Giugliano, nell’ambito del progetto europeo “@ON” curato dalla Dia e in collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia e la Polizia Nazionale francese, hanno rintracciato e tratto in arresto Antonio Cuozzo Nasti, 56 anni, di Giugliano, considerato contiguo al clan Mallardo, egemone tra Napoletano e Casertano, cosca che fa parte dell’Alleanza di Secondigliano.

L’uomo era stato condannato a una pena di 16 anni di reclusione per rapina, ricettazione e porto illegale di armi, e si era reso irreperibile dal 2014. Cuozzo Nasti viveva in una cittadina non lontano da Cannes, dove si era costruito una nuova vita e, sotto falso nome, era diventato chef in un albergo di lusso, rinomato per la cucina italiana.

E’ stato ammanettato nel suo appartamento, dove viveva solo e si è arreso senza opporre resistenza. Adesso è in attesa di estradizione in Italia. E’ il dodicesimo latitante da agosto 2021 a oggi che i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli assicurano alla giustizia italiana.

Cuozzo Nasti si era rifatto una vita come chef presso il ristorante “Alberto”, che si trova all’interno dell’Hotel 5 stelle Le Touring. La sua specialità era il polpo alla luciana. Su booking.com si trovano anche ottime recensioni sulla cucina.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

S. Antimo. M5S assente alle urne, Di Matteo: “Pd bugiardo, ho rifiutato anche la candidatura a sindaco”

La vicenda della mancata presentazione della lista del Movimento Cinque Stelle si arricchisce di nuovi retroscena. A svelarli è...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria