Arresto Emilio Fede, il racconto del giornalista: «È stato assurdo, ora sono segregato in camera»

Emilio Fede arrestato, il racconto del giornalista [Foto d'archivio]
Emilio Fede arrestato, il racconto del giornalista [Foto d'archivio]

Emilio Fede è stato arrestato a Napoli mentre cenava con la moglie Diana De Feo sul lungomare di via Partenope. L’accusa che ha fatto scattare le manette per l’ex direttore del Tg4 è quella di evasione dagli arresti domiciliari. Sei carabinieri, infatti, sono piombati nel locale dove Emilio Fede stava festeggiando il suo 89esimo compleanno, invitando quest’ultimo a rientrare in hotel. Dopo aver scontato sette mesi di arresti a Milano, il giornalista doveva completare la pena con 4 anni di servizi sociali.

Il racconto di Emilio Fede

Sono stati momenti duri da digerire quelli dell’arresto per l’ex conduttore del Tg4. Tutto infatti è avvenuto non solo nel giorno del compleanno del giornalista, ma anche mentre stava cenando insieme alla moglie. Di seguito le parole di Emilio Fede rilasciate dal Corriere.

L’ARRESTO – «Trovo assurdo quello che è successo. Ancora non riesco a capire come ad un individuo possa succedere quanto accaduto a me. Sono in questa camera d’albergo chiuso senza poter uscire o affacciarmi alla finestra. Mentre cenavo si sono avvicinati sei carabinieri in borghese che mi hanno invitato a seguirli. Devo dire che solo la loro gentilezza ha evitato il peggio. Poi sono stato interrogato nella hall dell’hotel dove alloggiavo per ore e ore. Sono ancora annichilito». [Qui l’intervista completa]

La notizia dell’arresto

L’ex direttore del Tg4 Emilio Fede arrestato a Napoli mentre cenava con la moglie Diana De Feo in un ristorante del lungomare di via Partenope. A rivelarlo è ‘Il Roma‘.

Arrestato a Napoli, Emilio Fede era appena arrivato da Milano. Il motivo? festeggiare con la moglie il suo 89esimo compleanno. Sei carabinieri in borghese sono piombati nel locale e hanno invitato il popolare giornalista a rientrare in hotel. Fede è accusato di evasione dagli arresti domiciliari avendo lasciato la sua abitazione di Milano, dove, dopo aver scontato sette mesi, doveva completare la pena con 4 anni di servizi sociali.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK