Pozzuoli. Aggredisce il fratello, picchia un infermiere e manda in ospedale il vicino di casa: arrestato

Arresto a Pozzuoli
Immagine di repertorio

Mattinata piuttosto movimentata a Pozzuoli dove, un 46enne del posto già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per lesioni personali aggravate. L’uomo, inoltre, dovrà rispondere anche di violenza ad un incaricato di pubblico servizio.

Arresto a Pozzuoli, la dinamica degli eventi

Il 46enne è stato protagonista di una giornata molto movimentata in quel di Pozzuoli. Nel corso della mattina ha litigato con il fratello, facendo sfociare la discussione in episodi di violenza. A seguito del diverbio, l’uomo è stato costretto ad andare in ospedale per farsi medicare. Qui, ha aggredito anche un infermiere che ne avrà per 4 giorni.

Non contento, è tornato a casa e in uno stato di alterazione psicofisica – dovuta forse all’assunzione di alcol – ed ha litigato con il vicino per futili motivi, finendo per aggredire anche lui. La violenza è stata inaudita: con un mazzo di chiavi il 46enne ha causato alla vittima la frattura scomposta dell’orbita destra, delle ossa nasali, del radio e dell’ulna sinistra. La persona non è in pericolo di vita ma è tuttora ricoverata in ospedale.

I militari dell’arma – allertati dal 112 – sono intervenuti e sono riusciti a bloccarlo. L’arrestato, dopo essere stato giudicato, è ora in carcere.

Coronavirus, altro caso a Pozzuoli: si tratta di un rientro dall’estero [ARTICOLO 15/08/2020]

C’è un altro caso di Coronavirus a Pozzuoli: è il secondo in due giorni.
Lo ha comunicato nella serata di venerdì l’Unità di Crisi della Regione Campania: si
tratta di una persona appena rientrata da un viaggio all’estero. Ad oggi sono 109 in
tutto i cittadini puteolani che hanno contratto il coronavirus dall’inizio dell’epidemia:
10 persone sono attualmente contagiate; 86 sono guarite definitivamente e 13 sono
decedute. Lo riporta Cronaca Flegrea.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULLE NOTIZIE DELLA TUA CITTA’ E DELLA PROVINCIA, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK