Erano stati accusati di aver assaltato l’hotel Bellavista di Varcaturo, a Giugliano. Armati di fucile e canne mozze. Era il febbraio del 2019, quando tre giuglianesi, Antonio Palma classe 87, Felice Palma classe 93 e Francesco Panico classe 91, venivano accusati di essere gli autori di quel raid, a seguito di analogie con una rapina commessa, molto probabilmente dai tre soggetti, ai danni della banca UniCredit di Vairano Scalo tre giorni dopo. Imbracciando una doppietta a canne mozze ed una pistola, facevano irruzione nella hall dell’albergo ed avevano minacciato i presenti, creando il panico. Il tutto veniva filmato dalle immagini di videosorveglianza interne alla struttura alberghiera, nonché con intercettazioni ambientali e gps installato sulla vettura utilizzata dai malviventi, gli inquirenti avevano chiuso il cerchio indagando i tre giovani.

La decisione sull’assalto all’hotel Bellavista

Si è celebrata questa settimana l’ultima udienza conclusiva di un lungo processo innanzi al GUP del Tribunale di Napoli Nord Dott. Nicola Erminio Paone. Il pubblico ministero dottoressa Valeria Palmieri aveva chiesto la condanna a 4 anni di reclusione per Antonio Palma (difeso dall’avvocato Sergio Aruta), 3 anni ed 8 mesi per Panico e 3 anni di reclusione per Felice Palma (difesi entrambi dall’avvocato Luigi Poziello). Accogliendo le arringhe degli avvocati Aruta e Poziello, il giudice aversano ha emesso sentenza di assoluzione per non aver commesso il fatto.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.