“Avremo mesi più pesanti del lockdown”, De Luca parla dell’aumento dei contagi

covid de luca
Vincenzo De Luca preoccupato per la situazione Covid

“Avremo mesi più pesanti del lockdown”, Vincenzo De Luca parla dell’aumento dei contagi. “Il momento difficile del covid19 non è alle spalle, è ancora davanti a noi. Prepariamoci ad avere mesi, se le tendenze in corso si confermano, ancora più pesanti di quelli da gennaio a maggio”, ha dichiarato il presidente della Regione Campania all’assemblea dell’associazione trasportatori Anita a Napoli.

L’impennata dei contagi Covid in Campania, 757 positivi solo ieri, obbliga la Regione Campania a rivedere altre possibili misure restrittive.
Il totale positivi sale dunque a 16464 a fronte 654892 tamponi eseguiti.
Nelle ultime 24 ore si registra una sola vittima mentre i guariti sono 149. I posti di terapia intensiva disponibili nella Regione sono 108 mentre quelli occupati sono 55.
I posti letto di degenza disponibili sono 665; quelli occupati 550.
Come programmato, a questi posti letto disponibili si aggiungono, in caso di necessità, quelli della “Fase C” che prevede l’attivazione di 600 posti letto di degenza, 200 di sub-intensiva e 200 di terapia intensiva

Palestre, ristoranti, scuole e convegni: ipotesi restrizioni in caso di collasso Covid

Le possibili misure di prevenzione per prevenzione Covid

Al momento è escluso in Campania un lockdown generale ma probabilmente ci saranno chiususe in zone ci saranno focolai Covid. Non sono escluse altre decisioni se la situazione dovesse collassare. Sicuramente le discoteche non riapriranno. Nel mirino ci sono  le palestre, che potrebbero subire una limitazione oraria. Anche convegni, conferenze, cerimonie e manifestazioni sono destinate a un maggiore rigore perché si sono rivelate occasioni di incontri sociali non sempre all’insegna della prudenza sanitaria.

Resta l’incognita delle scuole. A marzo furono le prime a chiudere per il Covid, su tutto il territorio nazionale già il giorno 5. Chiuderanno, come stanno già chiudendo, le scuole ogni qualvolta sarà necessaria la sanificazione ma con l’obiettivo di riaprire quanto prima. Tuttavia, se i numeri dei contagi seguiranno l’andamento attuale, anche per la scuola ci saranno provvedimenti restrittivi come l’obbligo della mascherina al banco per tutta la durata delle lezioni.

A Pozzuoli non rispettano prenotazioni, caos tamponi

Il mancato rispetto degli orari di prenotazione ha creato questa mattina momenti di caos nell’area del Pronto Soccorso e del padiglione Covid dell’ospedale civile di Pozzuoli, Santa Maria delle Grazie, in provincia di Napoli. Una lunga teoria di auto in fila con persone che dovevano eseguire il tampone per il Covid ha mandato in crisi la gestione delle operazioni da parte degli operatori sanitari e del personale addetto alla sorveglianza.