Universiadi. Domani iniziano i lavori al San Paolo, Basile: “Sediolini e maxischermi in arrivo”

A 85 giorni dall’inizio delle Universiadi si continua a parlare della ristrutturazione dello stadio San Paolo che ospiterà la cerimonia di apertura della manifestazione e le gare di diverse discipline. A poco meno di 3 mesi dall’inizio della manifestazione, nell’impianto principale dell’evento mancano ancora tutti i sediolini, la pista d’atletica, il montaggio del maxi schermo (forse due) e le rifiniture per provare a ben figurare.

Questo pomeriggio il commissario delle Universiadi, Gianluca Basile, è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli per fare il punto sulla situazione. “Da domani cominciamo a smontare i sediolini dell’area al di sotto della Tribuna Centrale. Partiamo da lì e dalla zona cuscinetto, dove normalmente vanno le tifoserie ospiti”. E’ finita l’attesa, ma sarà corsa contro il tempo per consegnare l’impianto di Fuorigrotta entro il 29 giugno, data ultima per la consegna nei tempi prestabiliti, ma resta ancora l’incognita dei colori: “Questa settimana la ditta ‘Mondo’ ci porterà anche i prototipi. Nel progetto in corso il sediolino deve essere smaltito dall’impresa esecutrice, dunque dovremmo ragionare con l’azienda per capire se una parte dei vecchi sediolini può essere ritrattata. C’è anche un po’ di tempo per poterlo fare. Dopo la partita con l’Arsenal si potrà cominciare lo smontaggio anche per i sediolini delle Curve, ma parliamo sempre di settori inferiori” ha affermato il Commissario Basile che sui tabelloni ha concluso:”  “C’è stata una evoluzione nei maxi-schermi, è diventato più facile installarlo. Uno lo installeremo, è indispensabile per le gare d’atletica, sarà grande 120 metri quadri. Stiamo lavorando in questi giorni di metterne un altro a noleggio e, soprattutto, di mantenerlo anche dopo le Universiadi, ma lì dovrebbero intervenire il Napoli e il Comune. Per il momento abbiamo solo ordinato il tabellone da installare”.