Colpito con un bastone mentre filma lo spaccio, Vittorio Brumotti aggredito a Milano

Frame: l'aggressione a Vittorio Brumotti

Vittorio Brumotti aggredito a Milano. «Mi sono spaventato parecchio. L’aggressione è stata molto violenta e per qualche minuto ho perso conoscenza. Ma per fortuna adesso sto bene. Sono stato aggredito da un gruppo di spacciatori. Mi hanno colpito al volto in modo violento». Racconta così l’inviato di Striscia la notizia Vittorio Brumotti l’aggressione subita poche ore fa. Il tutto, si legge in una nota della trasmissione, si è svolto in una delle zone più centrali di Milano, Porta Venezia, dove l’inviato stava documentando lo spaccio in città in sella alla sua bicicletta. «Le forze dell’ordine e gli operatori sanitari sono immediatamente intervenuti e mi hanno portato all’ospedale Niguarda – racconta l’inviato -. Voglio rassicurare tutti: sto bene e ho firmato per tornare a casa. Hanno provato ancora una volta a intimidirmi, ma anche questa volta non mi fermeranno».

L’inviato del programma “Striscia la Notizia” Vittorio Brumotti è stato aggredito ieri a Porta Venezia, a Milano, poco dopo le 18.30. Brumotti stava realizzando un servizio filmato sullo spaccio di sostanze stupefacenti in pieno centro ed è stato colpito con un bastone. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i soccorritori del 118 che hanno prestato le prime cure a Brumotti disteso sull’asfalto, e poi l’hanno trasportato all’ospedale Niguarda in codice verde.

L’inviato di Striscia la Notizia in virtù delle sue inchieste sullo spaccio in tutta Italia è stato spesso vittima di aggressioni. Nel gennaio del 2018 fu aggredito nel parco Verde di Caivano mentre cercava, analogamente, di documentare cosa accade in una delle piazze di spaccio più fiorenti del Napoletano. La sua auto fu accerchiata da diverse persone che lo costrinsero, dopo attimi di tensione, a lasciare il popoloso complesso popolare.