24.5 C
Napoli
venerdì, Maggio 24, 2024
PUBBLICITÀ

C’è Posta per Te, Antonino Cannavacciuolo realizza il sogno di Samuele: “Ti darò una mano, farò parlare di te”

PUBBLICITÀ

E’ andata in onda sabato 7 gennaio la prima puntata del 2023 di C’è Posta per Te. Tante le storie raccontate nella prima puntata del format di Maria De Filippi, di cui alcune particolarmente toccanti. E puntata che ha visto come ospiti, tra l’altro, lo chef Antonino Cannavacciuolo e l’attore Can Yaman. 

C’è la storia di Valentina che ha tradito il marito Stefano. E poi, la storia di Anna che ha riabbracciato la figlia Giulia dopo ben 16 anni. E ancora, il ricongiungimento tra mamma Patrizia e il figlio Osvaldo. Il dating show si riconferma un contenitore di vicende capaci di emozionare ma anche di suscitare grande dibattito social. Ecco il racconto di tutte le storie andate in onda nella puntata di sabato 7 gennaio.

PUBBLICITÀ

CAN YAMAN PROTAGONISTA DELLA PRIMA STORIA

La prima storia ha come protagonista Can Yaman, regalo di Giuseppe per sua moglie Francesca. L’uomo qualche tempo fa è scivolato nella doccia procurandosi una lesione tra le vertebre per cui oggi cammina solo con le stampelle. Can Yaman è il suo modo per ringraziarla per l’aiuto nonostante il lavoro da farmacista e di madre di cinque figli. Can Yaman le regala anche la collana che ha al collo.

LA STORIA DI ANNA E DI SUA FIGLIA GIULIA

La seconda storia era quella di una madre, Anna, e dei figli Antonio e Gianluca che vogliono far riappacificare la mamma con la terza figlia Giulia che non vede da 16 anni. La ragazza è figlia di un’altra relazione di Anna, una storia complicata. I due ragazzi hanno ritrovato la sorella sui social ma la madre non la vede da 16 anni. La ragazza racconta che da piccola aveva una foto della madre cui dava il buongiorno. Anna, di origine brasiliana, racconta la sua storia. A 19 anni rimane incinta del primo figlio, il compagno vuole farla abortire ma lei lo tiene. Poi incontra il padre di Antonio e Gianluca da cui si separa, infine in discoteca si innamora perdutamente del padre di Giulia. Racconta che lasciò anche gli altri figli per vivere con quest’uomo, poi la rottura e la decisione di non vedere più la figlia per non avvicinarsi alla famiglia dell’uomo. Giulia è commossa dalla storia ma non vuole deludere il padre, così prima esce dallo studio per confrontarsi con il fidanzato, poi rientra e decide di aprire la busta. Il percorso di riavvicinamento con una madre che non c’è mai stata non sarà semplice.

LA STORIA DI VALENTINA

La terza storia è quella di Valentina che vorrebbe tornare con il marito. La vicenda è complessa, fino al 2018 i due hanno un matrimonio felice, tre figli ma il marito inizia a trattarla male, ad avere sempre da ridire. A quel punto lei lo tradisce, lui va via di casa ma dopo un periodo lei si accorge di amarlo ancora. Quando si incontrano per parlare dei figli, i due hanno una certa intimità. Stefano non vuole perdonare la moglie, ma l’affetto c’è e alla fine decide di aprire la busta.

PATRIZIA E IL FIGLIO OSVALDO

La quarta storia è quella di Patrizia che da 4 anni non ha rapporti con il figlio Osvaldo che la considera “troppo leggera”. Patrizia ha 4 figli da tre uomini diversi. Il rapporto con Osvaldo si rompe quando questi sostiene di esser stato picchiato dal nuovo compagno della madre, ma lei non le crede. Così va a vivere dalla nonna e poi in Svizzera per lavoro. Osvaldo, dopo qualche tentennamento, apre la busta.

SAMUELE E L’INCONTRO CON CANNAVACCIUOLO

La prima puntata di C’è Posta per Te si è chiusa con la storia di Samuele, che ha avuto come sorpresa da suo padre Elio un incontro con il suo idolo, lo chef Antonino Cannavacciuolo. Elio, dopo la separazione dalla moglie, poteva vedere il figlio solo due volte al mese e spesso lo trattava come un bambino: “Ho capito le mie mancanze oggi sei un uomo migliore di me”, dice al figlio cui riconosce il merito di aver sempre cercato di mantenere vivo il loro rapporto. Spunta Cannavacciuolo che è il “regalo” per Samuele. Lo chef lo invita a Villa Crespi e gli mostra il biglietto di Samuele che il padre ha sempre tenuto nel suo portafoglio. Cannavacciuolo regala anche un pc al ragazzo e poi aggiunge “Sarà una strada faticosa, non ti regalerò niente”.

 

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

La Rai blinda Stefano De Martino: contratto pluriennale e programmi in prima serata

Secondo i nuovi accordi della Rai al centro dei cambiamenti non ci sarà solo Sanremo con Carlo Conti: Nuovo...

Nella stessa categoria