Elezioni regionali, Cesaro Jr. si fa da parte e libera un seggio in Forza Italia: chi può approfittarne

candidati Forza italia candidature
Giochi riaperti nel partito di Silvio Berlusconi dopo la decisione di Armando Cesaro di non ricandidarsi

Candidati Forza Italia, la situazione. Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in meno. In questi giorni va rivisitata la canzone di Johnny Dorelli in casa Forza Italia, dove l’uscita di scena (“il passo di lato”) di Armando Cesaro potrebbe portare ad un affollamento per le candidature alle prossime regionali in Forza Italia impronosticabile fino alla scorsa settimana. Nonostante i tentativi del coordinatore campano Domenico De Siano il block-notes azzurro presentava pagine totalmente bianche. I motivi? La corsa verso Vincenzo De Luca, strafavorito per la vittoria a settembre, e la consapevolezza che i giochi in Forza Italia per le prime due posizioni sembravano già fatti.

Tutto riaperto per le candidature, proprio quando i giochi sembravano fatti

In caso di sconfitta di Stefano Caldoro, Forza Italia a Napoli potrebbe ambire a 2 seggi. Un terzo seggio sarebbe, infatti, possibile soltanto in caso di exploit dei berlusconiani. Due seggi e mezzo, troppo pochi per garantire i 4 uscenti e così Flora Beneduce (l’ultima degli eletti nel 2015) aveva lasciato la compagnia, passando con Vincenzo De Luca. Lasciando, così, la partita nelle mani di Armando Cesaro, Maria Grazia Di Scala ed Ermanno Russo. Con i tre uscenti strafavoriti, per gli altri sarebbero rimaste soltanto le briciole. E così la ricerca di candidati per Forza Italia diventava giorno dopo giorno sempre più ardua.

Cesaro Jr. ha liberato un seggio un Forza Italia: ora è bagarre

La svolta è però arrivato con il polverone alzato da Matteo Salvini e con la scelta, un pò a sorpresa del recordman delle preferenze Armando Cesaro di non ricandidarsi. Una grossa perdita di consensi per il partito, ma, andando ad analizzare più attentamente la situazione, Forza Italia potrebbe addirittura uscire rafforzata dal dietrofront del suo capogruppo uscente. Perché? Semplice, la mancata ricandidatura di Cesaro ha liberato un seggio ed ha tolto certezze a Maria Grazia Di Scala, che avrebbe dovuto fare coppia con lui. Insomma, a giovarsene è sicuramente l’habitué del Consesso regionale Ermanno Russo, ma a poter fiutare l’occasione sono in tanti.

Candidati Forza Italia, Santagada torna in gioco

Sta riflettendo sulla possibilità di candidarsi Vincenzo Santagada, presidente dell’ordine dei farmacisti e candidato alla Camera alle Politiche del 2018. Santagada è da tempo in buoni rapporti con Armando Cesaro e potrebbe, dunque, raccogliere il testimone.

Occhio a Passariello e Mocerino ancora ‘senza casa’

Guardano con attenzione a Forza Italia due consiglieri regionali uscenti di opposizione. Luciano Passariello, da tempo in uscita da Fratelli d’Italia, e Carmine Mocerino, non troppo convinto di ricandidarsi nella civica Caldoro Presidente. Entrambi avrebbero in dote i voti per contendersi il seggio lasciato vacante da Cesaro.

Candidati Forza Italia, Francesco Guarino più sì che no

Sfoglia la margherita Francesco Guarino, secondo dei non eletti nel 2015. Guarino, attualmente assessore ai Lavori Pubblici al Comune di Villaricca, ha anche provato un approccio con Caldoro Presidente. Alla luce di quanto avvenuto in Forza Italia in queste ore, però, potrebbe decidere di non lasciare il suo partito.

Candidature, torna in ballo Katia Iorio

Riflette anche Katia Iorio, commissaria cittadina di Forza Italia a Casalnuovo. Iorio, che negli ultimi tempi sembrava essersi defilata, potrebbe trarre vantaggi dalla mancata riproposizione del ticket Cesaro – Di Scala e provare la scalata a Palazzo Santa Lucia.

Casoria resta alla finestra

Infine c’è Pasquale Casoria, ex consigliere comunale di Giugliano che avrebbe voglia di scendere in campo. Casoria, vicino all’ex consigliere regionale Giuseppe Pietro Maisto, valuterà il da farsi nelle prossime settimane.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK