Esce per una passeggiata, donna presa a morsi da un cane randagio: è grave

Cane randagio aggredisce donna mentre passeggia [Foto d'archivio]
Cane randagio aggredisce donna mentre passeggia [Foto d'archivio]

Una donna stava passeggiando tranquillamente in strada, quando un cane di grossa taglia l’ha aggredita prima al volto e poi ad un braccio. I fatti sono accaduti a San Felice a Cancello, dove questa mattina intorno alle 7:30 la donna ha seriamente rischiato la vita. A riportare la notizia è Il Mattino.

Per la 50enne è scattato il ricovero d’urgenza in ospedale, dove è stata già sottoposta ad un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono gravi, a causa delle ferite che le ha procurato l’animale. Sul posto sono intervenuti alcuni familiari che, stando ad alcune indiscrezioni, sarebbero andati nel panico totale quando hanno notato la donna col volto insanguinato.

Le altre notizie | Salva la sorella da un cane feroce, 90 punti di sutura al fratellino eroe

In America un bimbo di sei anni è diventato un piccolo eroe. Ha protetto la sorellina dall’attacco di un cane. Il suo nome è Bridger e vive a Cheyenne, nel Wyoming. Quando ha visto l’animale avvicinarsi pericolosamente alla sorella, non ha esitato a mettersi in mezzo. Ha ricevuto diversi morsi al viso e alla nuca, curati poi con 90 punti di sutura“Se qualcuno doveva morire, ho pensato avrei dovuto essere io”, ha dichiarato. Sua zia, Nikki Walker, ha voluto raccontare la storia in una serie di post su Instagram.

Il racconto

“So che sto puntando in alto”, conclude la zia taggando i profili degli attori che hanno interpretato i grandi eroi del cinema, “ma mi piacerebbe che gli Avengers e altri eroi venissero a conoscenza di questo nuovo membro della loro categoria”. In un secondo post la zia entra nei dettagli dell’incidente, parla dei proprietari del cane e condivide anche due scatti del volto di Bridger dopo l’intervento.

Nikki Walker, ha scritto su Instagram che il 9 luglio Bridger ha visto il cane e poi è stato deliberatamente in piedi di fronte a sua sorella. Il cane procede a morderlo sulla guancia sinistra. Nonostante sia stato ferito, in qualche modo ha portato via sua sorella più giovane per mano e l’ha aiutata a nascondersi dal cane. “Se qualcuno dovesse morire, pensavo che dovrei essere io”, secondo quanto riferito da Bridger dopo l’attacco, secondo sua zia.Sua zia ha detto che un “abile chirurgo plastico” ha aiutato a curare le ferite di Bridger con 90 punti “dai o dai”: ha detto che ora sta riposando a casa. Spinto dalla sua storia, Nikki ha cercato di dare conforto e incoraggiamento a suo nipote condividendo una foto di lui e sua sorella minore sulla sua pagina Instagram e chiedendo ad altri di lasciare commenti di supporto e aiutare a diffondere la sua storia.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.