coprifuoco
Il coprifuoco potrebbe essere allungato

L’inizio del coprifuoco potrebbe slittare dalle 22 alle 23. E’ l’ipotesi su cui – a leggere l’AdnKronos – si sta riflettendo. Lo avrebbe detto Andrea Costa.

“Credo che una riflessione sull’allungare di un’ora” l’inizio del coprifuoco, “soprattutto consentendo la cena nei ristoranti all’aperto, possa essere una riflessione sulla quale approfondire”. Lo ha spiegato il sottosegretario alla Salute intervenendo a Buongiorno su Sky Tg24. “Credo – ha aggiunto – che l’importante non è” se si allungherà l’orario già “dal 26 aprile o dal 1 maggio. L’importante è iniziare questa fase di riapertura, ridare speranza e fiducia ai nostri cittadini. Se l’allungamento” dell’orario in cui scatta il coprifuoco “arriverà una o 2 settimane dopo, non credo sia questo il problema. Credo che dobbiamo essere consapevoli che è iniziata una fase nuova”.

Coprifuoco, il commento di Salvini

“Aspetto che la scienza dia il suo parere, non le decide Salvini, nè è la Lega che ha vinto. Semplicemente noi chiediamo quel che chiedono gli imprenditori ma anche tanti medici, perchè la chiusura a oltranza fa danni sanitari, psichici ma anche psichiatrici difficilmente rimediabili. Se ci sono le condizioni in tante regioni d’Italia riaprire mi sembra doveroso”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il leader della Lega Matteo Salvini.

Il coprifuoco, invece, resterà quello degli ultimi mesi: sarà alle 22. “Se perfino Speranza è arrivato alla conclusione scientifica che all’aperto si rischia meno che al chiuso, non penso che le 22, le 23 o le 24 facciano la differenza. Tutto questo però dipenderà dal buon senso delle persone”

Inizia fase di riapertura

Costa ha sostenuto – afferma ancora AdnKronos – che “da lunedì prossimo nel nostro Paese inizia una fase di riapertura, ovviamente graduale e con un grande senso di responsabilità che chiediamo ai cittadini. Non è un liberi tutti, ci vuole tanta consapevolezza e la convinzione che siamo all’inizio di un percorso – ha evidenziato il sottosegretario – Siamo di fronte a un percorso graduale. Il Paese ci chiedeva una discontinuità e mi pare che le scelte che il premier Draghi ha espresso siano scelte di responsabilità. Finalmente la politica si è assunta la responsabilità di decidere”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.