Coronavirus. L’allarme di Borrelli: “Sud ancora a rischio, la fuga dal Nord evento grave”

«La “fuga” dal nord verso il sud nelle prime settimane di marzo è stato un evento molto grave e certamente ha contribuito ad un incremento della diffusione del virus nelle altre Regioni. Ora la situazione nei territori del nord resta la più drammatica, ma il sud è ancora a rischio. Nessuno può e deve pensare di poter abbassare la guardia: il virus ha dimostrato di poter attraversare oceani e continenti». Lo ha detto il commissario all’emergenza coronavirus Angelo Borrelli in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Numeri alla mano, la curva dei contagi in Campania sembrerebbe indecifrabile e la previsione del 20 aprile come giorno clou per la riduzione massiccia dei contagi sembra essere sempre più una data indicativa. Superata la soglia dei 2000 contagi, la Regione guidata da Vincenzo De Luca si prepara a raggiungere i 3 mila contagiati entro l’inizio della prossima settimana. Da quel momento, secondo i prospetti matematici, i contagi giornalieri dovrebbero essere sempre meno, fino a raggiungere una “soglia di sicurezza”. Intanto continuano i lavori per fornire la regione di nuovi posti letto e nuove postazioni di terapia intensiva, vero nodo cruciale per ridurre il numero dei decessi.