Costringe la fidanzata a bere dell’acido davanti il figlio di 5 anni: Olga muore dopo 3 giorni di agonia

Si chiama Alexander Larin il 33enne russo che ha costretto la sua fidanzata 42enne, Olga Ryadchikova, a bere del veleno davanti al figlio di 5 anni. Il piccolo è stato costretto a vedere la madre prima cadere a terra, per poi contorcersi dai dolori.

I fatti si sono svolti nella casa in cui abitava la coppia in Russia. Olga non sapeva di stare per bere dell’acido: «Ha fatto bere a mamma una birra bianca», ha raccontato il figlio di lei come testimone oculare del delitto, «poi è caduta a terra e ha iniziato a strisciare in terra come in verme».

Solo dopo giorni di agonia, l’uomo ha chiamato un’ambulanza dicendo che la compagna aveva tentato il suicidio, ma le indagini e le testimonianze del bambino hanno incastrato il suo futuro marito che è stato condannato a 19 anni di reclusione.
ì