Lieve aumento dei contagi, 10 positivi su 2441 tamponi in Campania

Covid, il report di oggi segna un aumento in Campania: +8 positivi
Covid, il report di oggi segna un aumento in Campania: +8 positivi "Grazie a Dio - ha aggiunto De Luca - abbiamo a oggi solo i due tamponi positivi del padre e dello zio che convivevano con la signora. Dunque senza nessuna drammatizzazione, come capita per tutti i positivi, si fanno i tamponi ai contatti più stretti e si mette la situazione sotto controllo. Ovviamente padre e zio sono in isolamento e devono aspettare i 15 giorni".
Lieve aumento dei contagi, 10 positivi su 2441 tamponi in Campania. Oggi l’Unità di Crisi della regionale ha diffuso il bollettino ordinario. Secondo i rilevamenti sanitari, oggi, si registrano 10 nuovi positivi al covid su 2441 tamponi analizzati. Fortunatamente non ci sono nuove vittime, invece sono 3 i guariti dal virus.

CONTAGIO A SAN GIORGIO A CREMANO

E’ stato scoperto un nuovo caso di covid a San Giorgio a Cremano. A rendere noto l’episodio è stato il sindaco Giorgio Zinno attraverso un post su Facebook: “Abbiamo la notizia di una persona positiva. Il tampone effettuato perché doveva tornare al lavoro e aveva qualche linea di febbre e raffreddore. Insieme alla persona sono in quarantena tutti i familiari. Disposto immediatamente il tampone per garantire la tracciabilità del contagio“. Analizzati da sabato 23 tamponi negativi in città.

L’uomo è l’unico attualmente positivo al coronavirus nella città vesuviana. “Ci fa ricordare che il virus esiste ancora e non è scomparso. Dobbiamo continuare ad agire con responsabilità, rispettando le regole, per difenderci da un male che seppur statisticamente attenuato nella virulenza resta pericoloso per la comunità mondiale. – ha raccomandato il sindaco Zinno – Da sabato contiamo 23 tamponi negativi. Insieme ce la faremo“.

LA DICHIARAZIONE DI DE LUCA

“Abbiamo affrontato il focolaio di Mondragone con rigore e tempestività, abbiamo fatto i tamponi a tutti gli abitanti delle palazzine ex Cirio, sia italiani sia bulgari e persone di varia nazionalità. Dopo i 14 giorni rifacciamo tamponi a tutti i residenti, se ci dovessero essere altri positivi saranno portati in strutture covid ma libereremo le palazzine”.

Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, su Facebook “Oltre i primi 43 tamponi trovati a Mondragone – ha detto – ci sono stati altri contagiati in un’impresa agricola in cui lavoravano alcuni residenti della zona rossa. Ricordo che abbiamo istituito la zona rossa senza aspettare pareri, nessuno entra e nessuno esce, tranne la prima notte quando non c’è stata una vigilanza adeguata da parte delle forze ordine. Oggi abbiamo la Campania a contagio zero, il focolaio di Mondragone è risolto, se e quando troviamo problemi li affronteremo, non occultiamo nulla, facciamo sempre operazioni di verità”.

De Luca ha aggiunto rivolgendosi “ai cittadini della civilissima città di Mondragone”: “Faremo qualche bella iniziativa – ha detto -per rilanciare economia turistica e agricola del territorio. Mi è capitato di ascoltare ieri notizie su una cittadina nel Piemonte a Saluzzo, dove hanno scoperto che ci sono cittadini di altri Paesi che vanno a raccogliere la frutta, ho sentito che molti di essi dormono in giardini e parchi pubblici. Li hanno raccontati con la descrizione di un pic-nic nei prati fioriti, non mostrando le immagini di guerra come a Mondragone. Mi è parso insomma di rilevare una qualche diversità nel modo di presentare un problema quasi identico, ma come sapete la Campania appartiene alla categoria degli afflitti non dei fortunati”

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK