campania vaccini De Luca
De Luca parla della situazioni vaccini in Campania

Cala sensibilmente la curva dei contagi da Coronavirus in Campania. Oggi il virus fa registrare 1.109 positivi su 16.351 tamponi molecolari esaminati, 166 in più di ieri con 6.661 tamponi processati in più. In percentuale, significa che è positivo il 6,78% dei test, tre punti percentuali in meno di ieri quando l’indice di contagio era al 9,73%. Di tutti questi nuovi contagiati, 772 sono asintomatici e 337 presentano sintomi in un bollettino che però non tiene conto dei casi identificati con test antigenici rapidi.

Vaccini: in Campania somministrate 2.196.284 dosi

Ad oggi, in Campania, sono state somministrate 2.196.284; dosi di vaccino.
Complessivamente, informa l’Unità di crisi della Regione Campania, sono stati vaccinati con la prima dose 1.592.488 cittadini; di questi 603.796 hanno ricevuto la seconda dose.

Covid: Ordine Psicologi, prepararsi agli effetti post virus. 

Il servizio sanitario nazionale si prepari agli effetti psicologici derivanti dalla pandemia. Sintomatologie come ansia e depressione finora “contenute” dal contesto emergenziale stesso ma pronte a manifestare i loro effetti a lungo termine: lancia un grido d’allarme Armando Cozzuto, presidente dell’Ordine degli Psicologi della Campania, in vista di un tanto atteso “ritorno alla normalità” che non può non tenere conto di quanto la popolazione ha vissuto e vive tuttora in termini di impatto psicologico.

Per Cozzuto bisognerà attenzionare soprattutto le fasce sensibili della popolazione: bambini, adolescenti, anziani, persone con disabilità, insieme a tutti noi che ci ritroveremo a convivere con un’idea che prima nella nostra mente forse non c’era: quella del contagio. “Dovremo aggiungere anche questo al nostro bagaglio – spiega – e riuscire a metabolizzarlo. Mai come adesso le istituzioni devono farsi trovare pronte a garantire l’assistenza psicologica ai cittadini prevista già da tempo dai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA)”.

E in Italia di forza lavoro in questo settore ce n’è: “Sono circa 130mila gli psicologici in Italia, – fa sapere il presidente dell’Ordine degli Psicologi della Campania – quasi un terzo di tutta la UE. Ma solo il 5% opera in modo strutturato all’interno del sistema sanitario nazionale, circa 6mila su 130mila. Pochissimi. Ci sono consultori dove un solo psicologo si ritrova a fronteggiare le richieste provenienti anche da 40-60mila cittadini: così è impossibile”.
La Campania però, fa sapere Cozzuto, è all’avanguardia sotto il profilo normativo: “Nonostante la pandemia e le difficolta ad essa legate – evidenzia – lo scorso agosto siamo riusciti a far approvare, all’unanimità, una legge regionale che istituisce il servizio di psicologia di base”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.