Covid e carceri, numeri in crescita: sono 188 in Campania i detenuti positivi

In Campania sono, ad oggi, 188 i detenuti positivi al Coronavirus, due dei quali ricoverati in ospedale: uno al Cotugno e l’altro al Cardarelli. I numeri maggiori negli istituti penitenziari di Secondigliano e Poggioreale. Al Pasquale Mandato, meglio conosciuto come il carcere di Secondigliano, i casi di positività sono 69 mentre al Giuseppe Salvia di Poggioreale 105. Alti anche i numeri degli agenti di Polizia penitenziaria, personale amministrativo e sanitari contagiati, 223. Da settimane i garanti regionali e delle varie province campane continuano a chiedere misure alternative per chi ha una pena residua da scontare o è in attesa di giudizio. La finalità è quella di svuotare almeno in parte le carceri, tuttora sovraffollati. E diminuire almeno in parte il rischio di ulteriore crescita del contagio. «Noi Garanti regionali, provinciali e comunali ci appelliamo alla politica, affinché metta in campo provvedimenti coraggiosi, giusti e veloci. Parliamo di indulto consapevoli di non percorrere strade dell’utopia o soluzioni impossibili, ma riteniamo che non bisogna più utilizzare il carcere come contenitore di persone ai margini della società» afferma il garante regionale delle presone prive di libertà Samuele Ciambriello.

«In questi giorni – aggiunge Ciambriello – gli organi di stampa, e alcuni politici stanno utilizzando slogan demagogici come “Vogliono far uscire tutti dal carcere!”, facendo terrorismo e allarmismo. Mi dispiace che il ministro della giustizia Bonafede minimizzi quello che sta accadendo nelle carceri, utilizzando parametri e percentuali che secondo lui non segnalino lo stato di allarme pandemico, io credo che servirebbe una tonalità di colore più violenta del rosso per le carceri». La richiesta di amnistia e indulto per i detenuti sarà ribadita domenica mattina dalle associazioni che si occupano del mondo carcerario e dai parenti di chi è ospite degli istituti penitenziari con un sit-in all’esterno di Poggioreale in cui saranno fatte risuonare pentole e padelle.