7.3 C
Napoli
lunedì, Gennaio 24, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Da oggi arriva in Italia la pillola anti-Covid della Merck, va presa per 5 giorni


La pillola anti Covid sarà distribuita da oggi in Italia alle Regioni, il farmaco è stato già precedentemente autorizzato dall’Aifa.

La pillola anti-Covid 

Il 22 dicembre l’Aifa, Agenzia italiana del farmaco, ha autorizzato l’uso del nuovo farmaco anti covid e ha confermato la sua distribuzione alle Regioni da oggi, 4 gennaio. Il medicinale in questione è una pillola della società farmaceutica Merck Sharp & Dohme. Secondo i test effettuati sulla pillola il medicinale previene del 30% i casi gravi e i ricoveri se assunto repentinamente dopo il contagio. Ci sono però delle regole da seguire per “utilizzare” la nuova arma anti covid.

L’Aifa ha autorizzato la somministrazione domiciliare della pillola Merck ai casi lievi-moderati che hanno iniziato a manifestare il virus da pochi giorni e che presentano condizioni cliniche che potrebbero portare all’aggravarsi del virus. L’Aifa ha autorizzato l’utilizzo di due antivirali il molnupiravir e il remdesivir per il trattamento di pazienti con queste caratteristiche. Solo il molnupiravir ha però il vantaggio di poter essere assunto a casa tramite appunto la nuova pillola Merck.

Chi potrà assumere la pillola

I pazienti che potranno essere curati con il nuovissimo farmaco devono avere più di diciotto anni e come già detto devono presentare fattori di rischio che potrebbero portare ad un aggravamento del virus. La chiava per far “funzionare” al meglio la pillola Merck è la tempistica con la quale la si assume. Deve essere infatti somministrata entro 5 giorni dalla comparsa dei sintomi. Infatti il “compito” della pillola è quello di bloccare la replicazione del virus durante le prime fasi dell’infezione, “in modo da renderlo incapace di moltiplicarsi. Si prevede che in tal modo si ridurrà la necessità di ricovero ospedaliero dei pazienti con COVID-19spiega l’Aifa.

Durata del ciclo

La durata del ciclo è di cinque giorni, in cui bisogna assumere quattro compresse due volte al giorno. Il farmaco verrà distribuito da oggi alle Regioni dalla Struttura Commissariale. I pazienti che effettueranno questo tipo di cura saranno iscritti su un registro di monitoraggio. Le modalità di utilizzo Aifa sono state pubblicate a fine Dicembre sulla Gazzetta Ufficiale. Per marzo è atteso anche l’antivirale della Pfizer che secondo i test ha un’efficacia del 89%, promette quindi di essere di gran lunga più efficace di quello Merck.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Meteo a Napoli, il freddo aumenterà ancora: le previsioni per i prossimi giorni

Meteo a Napoli, le previsioni. Quella di oggi è una giornata in prevalenza soleggiata, ma da stamattina non mancano...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria