23 C
Napoli
martedì, Maggio 28, 2024
PUBBLICITÀ

Dalla Finlandia a Ischia per salutare il papà, la foto della sposa al cimitero commuove il web

PUBBLICITÀ

Dalla Finlandia a Ischia per salutare il papà nel giorno del matrimonio. Gianna, questo il nome della giovane sposa, ha deciso di sposare il suo Carmine sull’Isola di Ischia per condividere con il papà scomparso il giorno più importante della sua vita. Lo ha fatto andando al cimitero, dove ha lasciato anche il bouquet floreale.

Insieme al marito, napoletano anche lui, vivono da tempo a Helsinki dove è nata anche la piccola Adele. Le nozze, però, hanno deciso di organizzarle in Italia con gli affetti più cari. In un’intervista a La Repubblica la neo sposa ha dichiarato: “E l’ho fatto per riabbracciare parenti e amici di Ischia, ma anche per sentire la vicinanza di mio padre, scomparso quando avevo 19 anni (oggi ne ha 28, ndr) e quando non sapevo darmi risposte“.

PUBBLICITÀ

Il saluto al papà scomparso

Fausto, questo il nome del papà, aveva un ristorante. E anche Gianna e Carmine lavorano nel campo della ristorazione, ma dall’altra parte dell’Europa. La 28enne aveva già in programma il saluto al padre e “su Instagram, dove ho condiviso le foto non per qualche like ma per assecondare il flusso delle parole e dei pensieri che per la prima volta sgorgavano veloci, mi hanno scritto in tanti, soprattutto persone che non conosco, commuovendosi per quegli scatti che sembrano associare gioia e malinconia”.

Le commoventi parole su Instagram

Quando ho camminato verso quell’altare tu non c’eri al mio fianco. Non c’eri quando ho conosciuto l’uomo che oggi è mio marito, quando ci siamo fidanzati, non ci sei stato quando abbiamo litigato. Non hai avuto la possibilità di conoscere questo meraviglioso uomo che amo così tanto, non potrai conoscere i nostri figli che, se Dio vorrà, forse un giorno ci saranno. Ma non c’è stato neanche un momento in cui io abbia pensato che tu non ci saresti stato per me, se ti fosse stato concesso più tempo qui con noi. Non c’è stato neanche un attimo in cui io abbia creduto che tu non saresti fiero di me, che non ameresti alla follia la tua nipotina, che non avrei potuto chiamarti e chiederti di sistemare qualsiasi cosa io abbia combinato. Quando ho camminato verso quell’altare io ti portavo con me, non solo come una foto nel ciondolo appeso al bouquet, ma soprattutto nel mio cuore, nella forma dei mille ricordi bellissimi che ho di te”. Queste le parole di Gianna dedicate al papà e che accompagnano gli scatti del fotografo Luca D’Ambra.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Lite familiare finisce in sparatoria, Irene muore a 47 anni colpita in testa da un proiettile

Una lite familiare sfociata in sparatoria. Un colpo di pistola la raggiunge alla testa. Morirà così, dopo ore di...

Nella stessa categoria