“Dammi 2 euro o ti spacco la testa”, parcheggiatore abusivo arrestato per estorsione a Napoli

Immagine di repertorio

Un pregiudicato trentaquattrenne, nato a Napoli e residente nell’avellinese, è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria del Compartimento per la Campania per il reato di tentata estorsione ai danni di un automobilista.

Lo scorso pomeriggio, nei pressi della stazione di Napoli Centrale, mentre un automobilista napoletano si apprestava a recuperare la propria autovettura parcheggiata ai margini di un marciapiedi, è sopraggiunto N.D.M., 34 anni, pluripregiudicato di “professione” parcheggiatore abusivo, il quale pretendeva il pagamento di 2 euro per la sosta.

Al rifiuto del “cliente” abusivamente acquisito, il pregiudicato si è allontanato nervosamente, ha recuperato un bastone di legno ed è ritornato furioso, minacciando l’automobilista di spaccargli la testa se non avesse pagato.

All’ennesimo coraggioso rifiuto della sua vittima, ne è nata una colluttazione nel corso della quale il pregiudicato è stato disarmato; a questo punto è intervenuta una pattuglia della Polizia Ferroviaria che ha bloccato N.D.M. e lo ha condotto negli uffici del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania.

Qui, dagli accertamenti, è emerso a carico del pregiudicato che negli ultimi due anni è stato denunciato per ben 71 volte per inottemperanza al Foglio di Via Obbligatorio da Napoli, sua abituale sede di “lavoro”.

Al termine degli accertamenti il parcheggiatore abusivo è stato tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale. Nei suoi confronti l’ Autorità Giudiziaria ha emesso l’obbligo di presentazione alla P.G. presso il comune di residenza.