De Laurentiis soddisfatto del Napoli di Ancelotti, “I problemi del calcio? ‘Pezzotto’ e tattica”

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha fatto un bilancio della stagione ormai agli sgoccioli. Molti i temi trattati dal patron azzurro: dalla superlega ad Ancelotti, dal fatturato al “pezzotto”. Secondo il presidente, infatti, “c’è una priorità ed è quella di combattere la pirateria ottenendo dai governi europei una legge che obblighi le compagnie di telecomunicazione a bloccare la trasmissione non autorizzata di eventi sportivi”. Sulla stagione di Ancelotti, invece, De Laurentiis non ha nulla da recriminare: “Sono soddisfatto del lavoro di Ancelotti. Con Ronaldo la Juventus ha alzato l’asticella dei punti, ma noi siamo in linea con il punteggio delle migliori squadre europee”. Bilancio positivo quindi.

“Superlega europea? – ha continuato De Laurentiis – Le Coppe come sono adesso vanno abolite. Serve un unico torneo a 80 squadre per le prime sette dei grandi campionati. Si gioca troppo e in maniera poco spettacolare. Si dà importanza alla tattica e noi per divertirci dobbiamo guardare Manchester City-Tottenham e Barcellona-Liverpool. Altra velocità, altra spettacolarità, con arbitraggi che lasciano più libertà al gioco. Il nostro calcio sta diventando invece noioso. La Champions e l’Europa League vanno abolite, avvicendandole con un unico torneo, articolato in 80 squadre, cui accedano le prime sette della classifica dei campionati italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo e le prime quattro dei campionati portoghese, olandese, belga, svedese e tutti gli altri”.