Riapertura delle scuole in Campania, De Luca verso la riconferma del divieto

Riapertura scuole in Campania, De Luca verso la riconferma del divieto
Riapertura scuole in Campania, De Luca verso la riconferma del divieto

La riapertura delle scuole primarie in Campania per lunedì 26 ottobre non è certa, anzi è a forte rischio. Lo apprende l’Ansa da fonti della Regione Campania. Nella lunga riunione di ieri pomeriggio nell’unità di crisi, infatti, si è fatto notare che le curve di contagio si stanno verticalizzando nell’aumento nella popolazione da 0 a 18 anni. Un aumento ingente dall’apertura delle scuole che fa presagire una ulteriore diffusione del virus nelle settimane a venire nella popolazione scolastica.

Dalla Regione emerge una volontà politica di riaprire le scuole, almeno la primaria, ma anche la valutazione del rischio sanitario e della salute della popolazione come primo obiettivo. Nei prossimi giorni ci saranno delle ulteriori valutazioni sulle proiezioni di contagio e verrà presa una decisione ufficiale.

Scuole aperte o chiuse, De Luca cambia ancora: dietrofront sulle Elementari

Dietrofront del presidente De Luca. Diversamente da come annunciato restano chiuse le scuole elementari di cui era stata annunciata la riapertura. Nell’ordinanza è spiegato che la task force valuterà se riaprirle nei prossimi giorni; tuttavia sarebbe piuttosto singolare riaprire le scuole elementari mentre le altre sono chiuse e c’è in corso un provvedimento di lockdown.

L’ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca conferma la chiusura delle scuole.

“Salva ogni ulteriore determinazione in conseguenza dell’andamento della situazione epidemiologica quotidianamente rilevata, con decorrenza dal 21 ottobre e fino al 31 ottobre  2020 è confermata la sospensione delle attività didattiche in presenza per la scuola primaria e secondaria, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni con disabilità ovvero con disturbi dello spettro autistico, il cui svolgimento in presenza è consentito, previa valutazione delle specifiche condizioni di contesto da parte dell’Istituto scolastico”

Il cambio sulle scuole

Differentemente da quanto anticipato nel pomeriggio, disposto il prosieguo della chiusura delle elementari. Continueranno, dunque, con la didattica a distanza come tutti gli altri istituti di ogni ordine e grado.

L’ipotesi

Tuttavia, è  dato  mandato  all’Unità  di  crisi  regionale  del  costante  monitoraggio e  valutazione  della situazione   dei contagi sviluppatisi sul territorio in ambito scolastico e dei relativi casi connessi a “contatti stretti”, al fine dell’eventuale riapertura della attività in presenza della scuola primaria a decorrere dal 26 ottobre, come inizialmente annunciato.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.