Denise Pipitone, svelato il contenuta della lettera anonima: «Novità su una persona mai indagata»
Denise Pipitone, svelato il contenuta della lettera anonima: «Novità su una persona mai indagata»

Potrebbe rappresentare una svolta importantissima sul caso Denise Pipitone, la lettera anonima che ha ricevuto l’avvocato Giacomo Frazzitta. A distanza di 17 anni, durante i quali non sono mancati l’omertà, le incognite sulla vicenda e tanti silenzi, una persona si sarebbe fatta avanti. E l’avrebbe fatto scrivendo una lettera di proprio pugno, sulla quale ha fatto luce ‘Mattino 5, la trasmissione che ha rivelato alcuni dettagli sul contenuto giudicate, tra l’altro, attendibili.

A scrivere la lettera sarebbe stato un testimone oculare, che ha raccontato di aver visto la piccola Denise Pipitone in un momento successivo alla sua scomparsa, avvenuta il primo settembre 2004. Nel testo si fa riferimento anche ad un dettaglio in particolare: viene vitata, infatti, riferimento ad una persona mai indagata prima durante tutti questi anni.

Si tratterebbe di un testimone oculare, questa persona avrebbe visto Denise subito dopo il rapimento. – è quanto dichiarato a ‘Mattino 5’ – Il particolare interessante che trapelerebbe riguarda una persona che non è stata indagata in questi anni, ma potrebbe rientrare tra le persone che sono state poste sotto l’attenzione degli inquirenti. Un elemento importante è che nella lettera non ci sia scritto qualcosa di negativo, parla della bambina viva, vista subito dopo il sequestro”.

 

Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, ha scritto un appello sui social

Piera Maggio, dopo l’arrivo della lettera anonima, ha chiesto all’autore di farsi avanti nel modo che lui preferisce, ma di farlo per poter mettere fine a questa storia. Non è solo lei a chiederlo, ma tutta Italia.

Infatti, l’avvocato Giacomo Frazzitta ha parlato nella serata del 12 maggio, nella trasmissione di Federica Sciarelli, dell’arrivo di una lettera anonima. Il legale ha invitato colui che ha deciso di inviare tale lettera a farsi avanti, garantendo, comunque, massima riservatezza, in modo tale da poter mantenere la fonte anonima, nel caso si faccia avanti. Ma proprio oggi, a Mattino Cinque, il legale è tornato a parlare.

In un servizio mandato in onda, Frazzitta si è chiesto del perchè alcune persone che sanno non si decidano a parlare. A quanto pare, quattro è il numero esatto di testimoni. Queste le parole dell’avvocato, riportate nella trasmissione di Federica Panicucci e Francesco Vecchi.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.